ultime notizie:

Calcio scommesse, paga solo l’Atalanta

Thomas Manfredini

Thomas Manfredini

I numeri sono importanti: 18 club e 26 tesserati citati a giudizio. Anche le imputazioni sono severe: «associazione finalizzata all’illecito sportivo». In realtà Scommessopoli non farà stragi. I deferimenti di Palazzi, procuratore della Figc, sulla vicenda delle partite truccate per le scommesse mettono in serio imbarazzo l’Atalanta che ha avuto il suo capitano e uomo simbolo, Cristiano Doni, accusato di illecito sportivo per la partita contro il Piacenza. La società, però, è accusata «solo» di responsabilità oggettiva (compresa quella relativa al «tentato illecito» contestato allo stopper Manfredini per il match contro l’Ascoli). Doni rischia tre anni di squalifica, che a 38 anni equivarrebbe all’addio al calcio, mentre sulla carta l’Atalanta rischia la revoca del titolo sportivo ovvero della promozione in serie A. «Noi siamo assolutamente sereni – ha detto il direttore tecnico atalantino Marino – e questo stato d’animo vorremmo trasferirlo anche ai tifosi. Doni? Non l’ha presa bene». La retrocessa Samp spera: «Seguiamo la cosa, ma non vogliamo farci illusioni», ha dichiarato il vicepresidente Edoardo Garrone.

L’altra squadra di serie A deferita per responsabilità oggettiva è il Chievo «per violazione del divieto di scommesse da parte del tesserato Bettarini in due casi: Inter-Lecce e Siena Sassuolo». A sorprendere è la notizia di Bettarini tesserato del Chievo, cosa che nemmeno il più acceso fan veronese forse sapeva. «Un’operazione d’immagine mai messa in pratica», ha spiegato la società. I club con la testa sotto la lama del boia sono Alessandria e Ravenna, in Lega Pro: devono rispondere di responsabilità diretta per illecito sportivo del presidente piemontese Veltroni; del presidente e del ds dei romagnoli Fabbri e Buffone. Infine, guai grossi per Paoloni: il portiere del Benevento, dal quale è scaturita l’inchiesta penale, è accusato di associazione finalizzata all’illecito; illecito e tentato illecito in 10 partite. Difficile che le pari tutte.

Avvocato Roberto Afeltra, esperto di diritto sportivo,partiamo dall’Atalanta. Cosa rischia dopo il deferimento?
«Una penalizzazione, ma in serie A. Per parlare di quanti punti di penalizzazione è presto, dobbiamo capire quali siano gli episodi oggettivi e l’intensità degli stessi».

Stessa sorte che spetta al Chievo?
«No, per i veneti ci sarà solo una forte ammenda».
Quel che molti si chiedono, è come si sia arrivati ad una decisione così rapida.
«Nella Giustizia Sportiva, la colpa si presume, l’innocenza va dimostrata e spesso l’indizio è forte traccia di responsabilità. Non esiste illecito tentato ed illecito consumato, non c’è alcuna differenza tra le due situazioni».

Le decisioni vanno nello stesso senso?
«Esatto. Si puntano i riflettori sull’attentato alla limpidezza della gara, comprese le scommesse che vengono effettuate su questa da parte dei tesserati».

Capitolo serie B: quanto rischiano le squadre coinvolte?
«Credo che tutte possano incorrere in delle penalizzazioni, forse chi rischia di più è l’Ascoli ma la possibilità di vederlo retrocesso, ora, pare remota».

Le prossime tappe della vicenda?
«La difesa ha cinque giorni di tempo, il 3 agosto ci sarà il primo grado e dopo il 15 agosto ci sarà processo d’appello».

Lascia un commento alla notizia


roberto afeltra

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis