ultime notizie:

Reclami contratti non richiesti e diritto di recesso

Ultime news

Agcom

Agcom

Contratti non richiesti, offerte poco trasparenti, diritto di recesso non facile, modifiche delle condizioni: una giungla che nel 2012 ha fatto salire il numero di reclami all’Autorità per le tlc a quota 5mila, in crescita sul 2011 e stabili sul 2010. Ma si tratta solo di chi denuncia, perchè tanti altri si rassegnano e cambiano semplicemente operatore sperando in un miglior trattamento. Per questo l’Agcom ha deciso di correre ai ripari mettendo in consultazione un nuovo regolamento, che riguarda tutti i contratti tra operatori e utenti, quindi non solo quelli stipulati a distanza (tipicamente per telefono o attraverso il porta a porta) e che vuole dare maggiori certezze ai consumatori da molti punti di vista. Tanto per cominciare, «la pubblicazione di informazioni circa le offerte commerciali, effettuata con qualsiasi mezzo, deve avvenire in modo chiaro, completo e trasparente, evitando formulazioni ambigue o che possa indurre in errore gli utenti». Ma l’Agcom entra con decisione in tutti i particolari. Inoltre, «la mancata risposta dell’utente a una offerta di fornitura non può essere considerata come consenso contrattuale». Quanto alla durata dei contratti, l’Autorità propone di introdurre una norma che ribadisca come questi non possano imporre un primo periodo di impegno iniziale superiore ai 24 mesi e comunque gli operatori devono garantire la possibilità di un’adesione a un contratto di durata massima di 12 mesi.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis