ultime notizie:

Uomini e donne afflitti da pigrizia e sovrappeso

Obesità

Obesità

Italiani longevi ma, nella stragrande maggioranza, non in buone condizioni di salute. Su sessanta milioni, il 20% ha più di 65 anni. Uomini e donne afflitti da pigrizia e sovrappeso. Una popolazione male in arnese che non si è protetta quando le forze ancora c’erano. E che, per questo, rischia di vivere con gravi disabilità l’ultimo squarcio della vita. L’Italia vanta il record europeo della longevità ma è offuscato dalle malattie. Molte evitabili. Mortalità quasi dimezzata dal 1980 ad oggi accompagnata, però, da un importante incremento di patologie di cuore e tumori. Come si legge nella relazione sullo stato sanitario del paese presentato dal ministro della Salute Renato Balduzzi. «Queste si confermano le principali cause di mortalità – spiega il ministro -. Sette decessi su dieci sono causati proprio da queste malattie». La situazione di allarme, come spiegano i medici ospedalieri internisti della Fadoi, inizia intorno ai cinquanta. Da questo periodo, una buona fetta di italiani si trova a fare i conti con almeno due patologie. Che mano a mano che gli anni avanzano, si trasformano in croniche. Penalizzando in molto anche grave la vecchiaia.

Nonostante una riduzione dei fumatori a seguito della legge che ha introdotto il divieto di accendere le sigarette in un luogo pubblico ora è sostanzialmente stabile la percentuale di coloro che non rinunciano al tabacco: il 22,8% della popolazione con una prevalenza di maschi. Un dato conforta: nel 2010 il numero degli italiani che sono riusciti a smettere è aumentato, passando dal 17,5% al 18,4%. In numeri si stima che siano riusciti a spegnere l’ultima sigaretta oltre 560mila tra uomini e donne.

La malattia che continua a crescere e a diffondersi in modo democratico è la depressione. Il male silenzioso che, negli ultimi anni ha visto raddoppiare il consumo di farmaci, Solo dal 2009 è stata rilevata una leggera flessione. L’Osservatorio nazionale Osmed parla di un incremento medio annuo del 15,6% con un aumento da 16,2 dosi giornaliere per mille abitanti. Il consumo risulta abbastanza uniforme da Nord a Sud, una novità visto che fino ai primi anni Duemila esisteva una grande disparità con dosi doppie da Roma in su. Al Centro una impercettibile prevalenza. Tra i giovanissimi come tra i nonni. © C.Ma.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis