ultime notizie:

Risultati elezioni 2013, Lega Nord precipita

Roberto Maroni

Roberto Maroni

Il bagno di sangue è stato fuori dalla Lombardia. I lamenti, non a caso, arrivano dal Veneto, dall’Emilia, dalla Liguria dove il Carroccio ha perso due terzi dei voti. E più che lamenti sono urla, invettive e accuse lanciate contro via Bellerio. Dove al primo piano Bobo Maroni sta chiuso coi suoi in una stanza e si tiene alla larga dalla sala stampa: «Parlerò dopo lo spoglio delle regionali, la nostra partita si gioca lì». Se sarà eletto governatore avrà buoni argomenti per rintuzzare le critiche. Ma la vittoria non è sicura. Mario Borghezio lo tengono all’ingresso, lontano dai corridoi che contano. Di risultati non parla, preferisce l’argomento Papa. Davanti ai giornalisti si presenta il bergamasco Stucchi, vice segretario del partito: «La Lega ha tenuto» dice, e ai militanti più scafati scappa da ridere. Alle politiche del 2008 aveva l’8 per cento, alle regionali del 2010 aveva superato il 10; adesso fatica a stare sul 4. «Gli errori si pagano» dice uno di quelli che da vent’anni fanno lavori di fatica per il partito. Già, ma quali errori? Anche nell’altra regione a guida leghista le cose sono andate malissimo: nel Piemonte di Roberto Cota il Carroccio è precipitato dal 16,8 al 5,1. Pure peggio nel resto del Nord: in Liguria dal 10,2 al 2,4; in Emilia Romagna dal 13,6 al 2,7; in Toscana dal 6,5 allo 0,8. Un’ecatombe che solo un’eventuale vittoria per la presidenza della Regione Lombardia potrebbe rendere digeribile. Anche se poi bisogna spiegarlo a quelli di Cuneo o di Verbania o di Padova che il disastro è compensato dalla conquista della poltrona che fu di Formigoni.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis