ultime notizie:

Riforma del lavoro, nessun favore a Pd e Cgil

Susanna Camusso

Susanna Camusso

Sulla riforma del lavoro e, in particolare, dell’articolo 18, emergono le prime crepe nella maggioranza, mentre dall’Inps arriva la conferma che la crisi colpisce duro, con un incremento notevole della cassa integrazione nel mese di marzo. Spinti dal «very bad» sull’operato del governo affidato da Emma Marcegaglia al Financial Times e da un improvvisamente inacidito giudizio del Wall Street Journal, diversi esponenti del Pdl accusano il premier di arretramento rispetto alla loro linea del Piave in tema di licenziamenti e reintegri. A tutti – fronte interno e media stranieri – replica Monti (da oggi in visita di Stato nei Paesi mediorientali) con una nuova puntualizzazione al Tg1 nella quale – respinta ogni accura di cedimento a Pd o Cgil che fosse – sottolinea che il reintegro per i licenziamenti economici infondati è solo una possibilità che il giudice valuta esclusivamente «nei casi di manifesta insussistenza del motivo del licenziamento». Il Prof precisa inoltre che nel testo della riforma Fornero per motivi economici «non è più previsto il reintegro, solo nel caso che il motivo economico sia considerato manifestamente insussistente il giudice può – non deve, come chiedevano il Pd e certi sindacati – decidere per il reintegro». Le critiche della stampa straniera danno tuttavia modo agli azzurri Gasparri, Capezzone, Bondi, tra gli altri, di differenziare la propria linea da quella delle altre forze della maggioranza che ancora ieri, con Pier Ferdinando Casini e, sul versante sindacale, con Susanna Camusso, hanno dato il loro ok alla nuova stesura dell’articolo 18.

Il capogruppo del Pdl al Senato afferma, alla vigilia dell’iter parlametare del ddl, che «c’è ancora molto da fare, e il Pdl darà il proprio contributo per evitare il flop del governo Monti». Dovremo – aggiunge Gasparri – correggere molte cose per tutelare le assunzioni ed evitare altre tasse e disoccupazione». Di «un’intesa che c’è stata», rispetto alla quale «persone d’onore come noi non possono venire meno», parla invece Casini, assicurando che «il Parlamento non è un passacarte e potrà fare modifiche. Che però, è chiaro, non possono investire la tenuta sostanziale della riforma», che il leader dell’Udc ritiene trattarsi di «un buon compromesso», mentre definisce «ingeneroso» il giudizio sulla riforma della presidente di Confindustria. Ma sono i dati sulla cassa integrazione a fare notizia. A marzo, dice l’Inps, le aziende italiane hanno fatto domanda per 99,7 milioni di ore, con un aumento del 21,6% rispetto a febbraio. Certo, il confronto con marzo 2011 fa registrare un calo dell’1,8%. Ma quel che conta di più, per capire l’aria che tira, è il fatto che nei primi tre mesi dell’anno le ore di cig richieste (236,6 milioni in totale) sono aumentate del 2,1%.

L’Inps ha spiegato che il dato di marzo «rispetta l’andamento degli ultimi anni che vede, proprio in quel mese, la cassa integrazione aumentare rispetto al mese precedente». E il presidente dell’Istituto, Antonio Mastrapasqua, ha colto un altro elemento positivo rispetto al 2011 facendo notare che, tra febbraio e marzo, lo scorso anno, le ore di cassa integrazione erano cresciute del 44,7%. Insomma, non va affatto bene. Ma ci sarebbe qualche segno di rallentamento nella dinamica. I dati generali, comunque, parlano di un mercato del lavoro in forte affanno. Si conferma, ad esempio, la crescita della cassa in deroga che, anche a marzo, (dopo aver sorpassato per la prima volta gli altri due strumenti a febbraio) rappresenta la tipologia più utilizzata con 37,6 milioni di ore (+20,9% sul mese). Mentre la cig ordinaria è aumentata del 12,8% rispetto a febbraio, (da 25,1 a 28,3 milioni di ore) e del 22,3% rispetto a marzo 2011. L’incremento tendenziale è attribuibile in larga misura alle autorizzazioni che riguardano il settore industria, aumentate del 27,2% rispetto ad un anno fa. E fa un certo effetto il dato delle imprese del commercio con quasi 17,1 milioni di ore autorizzate (+38,4% su marzo 2011). Si tratta del record peggiore di sempre. © re. pol.

Lascia un commento alla notizia


notizie tg1, tg1news, tg1 notizie dell\ultima ora, ultimenotizietg1

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis