ultime notizie:

Renzi vuole i voti di Grillo e del centrodestra

Matteo Renzi

Matteo Renzi

«Sì, voglio i voti del Pdl e anche quelli di Grillo e per un motivo molto semplice: senza, non si vince». Così Matteo Renzi nel documento annesso alla sua candidatura alla segreteria. Le mozioni congressuali dei quattro candidati (Renzi, Cuperlo, Pittella e Civati) sono stati resi noti sul sito del Pd. «Ma attenzione a quelli che dicono che è tutto scontato e si sa già chi vincerà, lo fanno per abbassare la partecipazione», avverte il sindaco. Il Pd che delinea Renzi è un partito apertissimo, «basta con riti e regole che tengono lontano la gente invece di coinvolgerla», è una forza fondata su tre componenti di base: «Parlamentari, aministratori e circoli». Il tutto accompagnato da grande sagacia comunicativa, «la parola comunicazione non deve far paura, chi non comunica è perduto». «E tra noi non ci sono fascistoidi», si toglie il sassolino memore che l’Unità lo aveva apostrofato così. Per Cuperlo, il problema è di «separare incarichi di partito da quelli di governo», mentre per Pittella il fine è entrare a pieno titolo nel Pse e restarci. Solo Civati sprona per votare al più presto: gli altri tre sono poco amanti delle larghe intese, dicono che l’«anomala esperienza» va conclusa quanto prima e soprattutto non va ripetuta («le larghe intese sono un’eccezione, non la regola»), ma non spingono per affossare il governo Letta. Corollario importante di tutto questo è la riproposizione del bipolarismo e dell’alternanza, con una nuova legge elettorale per la quale «spetta al Pd fare la prima mossa». Altro tabù infranto è il 3% per cento nel rapporto deficit-Pil: «E’ un parametro anacronistico, dobbiamo chiedere all’Europa di cambiarlo», propone Renzi. Per Cuperlo, il 3% deve scendere al 2,7 nel 2014 «in modo da destinare 3 miliardi al lavoro». E’ sul modo d’essere del partito, che si insiste parecchio in tutti i documenti. Se per Cuperlo il Pd «non deve trasformarsi in un comitato elettorale alle dipendenze del leader», Renzi insiste sui motivi della recente sconfitta elettorale: «Abbiamo guardato soprattutto a chi c’era già, ai reduci gloriosi, non a chi verrà, siamo stati bravi a farci del male». Il tutto andrà cambiato profondamente: «Il Pd dovrà essere un partito spalancato alle curiosità, non rinchiuso nelle proprie certezze», quindi l’annuncio di una sorta di repulisti: «Per evitare una nuova sconfitta, bisogna cambiare radicalmente il gruppo dirigente che l’ha prodotta assieme alle idee che non hanno funzionato». © N.B.M.

Lascia un commento alla notizia

nude peyton list waitress naked licks cock rebecca hall boobs claudia romani nude solo meat flaps close up jessica hart nude nina agdal camel toe leaked olivia munn nudes shanna moakler nude lindsay lohan the fappening cara delevingne nude pics brittany snow nude the fappening.so fappening.so chanel iman pussy leona lewis nude ruby johannson sex videos amanda cerny nude kira kosarin nude

ultime news renzi

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis