ultime notizie:

Province in trincea, il decreto viola la Costituzione

Giuseppe Castiglione

Giuseppe Castiglione

Province sul piede di guerra, Costituzione alla mano. Giuseppe Castiglione, presidente dell’Upi – convocato per mercoledì 24 il board dell’associazione «per contrastare gli interventi previsti dalla manovra» – si appella alla Carta fondamentale: «Non è pensabile – dice il presidente della provincia di Catania, Pdl – immaginare un taglio al di fuori del percorso previsto dalla Costituzione. L’articolo 133 parla chiaro: il mutamento delle circoscrizioni provinciali nell’ambito di una Regione è stabilito con leggi della Repubblica, su iniziativa dei Comuni, sentita la stessa Regione». Quindi «non si può pensare di cambiare l’assetto istituzionale del Paese con un decreto». In Parlamento, ricorda, ci sono proposte presentate da maggioranza e opposizione che vanno nella giusta direzione, spostando la competenza delle modifiche dallo Stato alle Regioni. È la strada da percorrere. Per questo chiediamo al Parlamento di riprendere la discussione e, soprattutto, di approvare subito la Carta delle Autonomie e dare il via ad una riforma complessiva, capace di assicurare un quadro istituzionale ordinato, lontano dalla confusione e dal caos che con la manovra di agosto si è creatoa». Quindi, a partire da mercoledì prossimo presidente, vicepresidenti e presidente del Consiglio Direttivo dell’Upi si riuniranno per stabilire il calendario delle riunioni straordinarie dell’Ufficio di Presidenza e del Consiglio Direttivo attraverso cui saranno definite le prossime azioni delle Province. Dario Galli, vicepresidente Upi con delega al federalismo fiscale e presidente leghista della Provincia di Varese, d’accordo sul principio di «razionalizzazione» è convinto che sia «sbagliato non estenderlo anche alle Regioni più piccole»: «Mi chiedo se il Molise, che conta circa 320 mila abitanti, può continuare a esistere con 20 consiglieri che ogni mese guadagnano dai 15 ai 20 mila euro, a fronte di un consigliere provinciale che invece si mette in tasca 100 euro come gettone di presenza». «Voglio spiegare a Bossi cosa significa la manovra per una realtà come la nostra», dice Gianpaolo Bottacin, presidente della provincia di Belluno: «Non saremo in grado di far fronte ai servizi previsti dalla legge».

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis