ultime notizie:

Pd presenterà nuovo testo sui rimborsi elettorali

Pier Luigi Bersani

Pier Luigi Bersani

Stoccate al Carroccio («Non c’è differenza tra la Lega di Bossi e quella di Maroni: hanno governato tutti e due per anni col miliardario»), bordate a Berlusconi (cui dedica pure il twitt sulle «tasse sul burlesque») e rassicurazioni a Monti in merito alle durata del governo («Al voto per le politiche si andrà nel 2013, non prima»), anche se condite da diversi paletti («Non tutto quello che fa questo governo ci convince»). E’ un Pier Luigi Bersani a tutto campo quello che si presenta in Emilia per la campagna elettorale del Pd. Mancano due settimane alle amministrative e il segretario sa di giocarsi molto. Il test è locale, ma importante, l’onda dell’antipolitica monta e i movimenti in corso nel centro e a destra dello schieramento politico sono molteplici e centripeti. Il Pd lo sa bene e sa che la partita non va trascurata, neppure nei comuni più piccoli. Ieri, Bersani era vicino casa, a Comacchio. La piccola Venezia del Ferrarese è un comune, per certi versi, simbolico: isola di centrodestra nell’Emilia rossa, vede ora il Pd alleato con il Terzo Polo dal primo turno. E forse non è un caso che le uniche parole non troppo polemiche Bersani le riserva proprio all’annunciato scioglimento dell’Udc lanciato da Casini: «Certo, non è una svolta epocale, ma va bene, mi paiono novità in positivo di forze che voglio darsi un profilo più netto, contrastando il populismo, e non in contraddizione con la nostra proposta».

La proposta di Bersani per il Pd, però, quella annunciata l’altro ieri in un’altra città al voto, Verona, l’ormai noto – e già proverbiale – «siamo noi l’usato sicuro» ha fatto storcere il naso a più d’uno, nella pancia del partito. Ieri, per dire, su Twitter, l’eco-dem Paolo Gentiloni, ha risposto sempre sul filo dell’ironia: «Siamo usato sicuro? Ottima battuta, ma non lo consiglierei come slogan». E anche un’area trasversale alle correnti interne, ‘Insieme per il Pd’, che tiene assieme cattolici (Andrea Sarubbi), socialisti, liberali (Sandro Gozi) e radicali (Ileana Argentin) insorge, sempre su Twitter: «Nel Pd c’è troppo usato, va rinnovato il parco auto». Al di là delle punture di spillo, resta, per i democrat, grosso come un macigno, il problema delle alleanze. Per Fioroni come per Gentiloni non vi sono dubbi: bisogna guardare a Casini e al Terzo Polo, ma il deputato Francesco Boccia, braccio destro del vicesegretario Enrico Letta, fa un passaggio in più: «Mai più alleati con Di Pietro, la grande coalizione non è un dramma, la prossima legislatura sia costituente».

Ed è proprio sul tema riforme che si appuntano anche le attenzioni di Bersani: «Siamo intenzionati a portare a termine la riforma costituzionale facendo in modo che entro maggio si voti la prima lettura al Senato, e, soprattutto, la legge elettorale perché questa (il Porcellum, ndr.) è una vergogna». C’è, però, anche un altro, temibile, avversario, per il Pd: l’avversione di molti elettori, anche di sinistra, verso i partiti e la politica. E se Bersani dice, orgoglioso, che «non prendo lezioni da Grillo», annuncia anche che il Pd presenterà, la prossima settimana, una proposta di legge che tagli il rimborso elettorale ai partiti e renda più trasparente il meccanismo del finanziamento pubblico. «In una situazione come quella italiana – spiega – è giusto che la politica faccia il suo sforzo, salvando però il principio del sostegno alla politica, un principio di democrazia».

Lascia un commento alla notizia


mario monti news, ultima ora a verona

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis