ultime notizie:

Meno tasse sui salari, tensione Bersani-Ichino

Pier Luigi Bersani

Pier Luigi Bersani

Non solo non hanno alcuna intenzione di abbandonare la partita, ma a questo punto rilanciano. Nella trattativa sulla riforma del mercato del lavoro, secondo i sindacati, deve entrare anche la questione di come far aumentare la busta paga dei lavoratori italiani, attualmente troppo avara come certifica Eurostat. «Non lascerò il governo decidere da solo perché non mi muoverò dalla sedia» fa sapere il leader Cisl, Raffaele Bonanni. E lancia la nuova «sfida»: anziché continuare a parlare di articolo 18, si mettano in campo «iniziative per ridurre le tasse che stanno falcidiando in modo inesorabile i salari». Sulla stessa linea la Uil. Osserva Luigi Angeletti: «Tra tasse e contributi se ne va via più della metà dello stipendio». Secondo il numero uno Uil si potrebbe rendere «strutturale» la detassazione sui premi di produttività. «Ridurre il carico fiscale sui lavoratori dipendenti e sui pensionati» è una delle priorità anche per la Cgil.

Ieri il direttivo della confederazione di corso d’Italia ha approvato a larghissima maggioranza (88,9% dei voti) il documento proposto dalla segreteria nazionale. Conclusione: la Cgil va avanti nella trattativa. «Consideriamo utile e possibile una positiva conclusione» si legge. Però «occorre spingere il negoziato». Bisogna «superare l’attuale fase di indeterminatezza di merito del governo». Crescita e coesione sociale, lotta alla precarietà ed estensione degli ammortizzatori a tutti i lavoratori con un intervento a carico della fiscalità generale: questi i punti dirimenti per arrivare ad un accordo. «Non si può fare una riforma, con la pretesa di allargare le tutele, senza metterci le risorse adeguate» ribadisce la leader, Susanna Camusso. Il documento conferma «l’indisponibilità» a intervenire» sull’articolo 18, salvo una «drastica riduzione dei tempi dei processi».

La stessa linea espressa dal leader del Pd, Pier Luigi Bersani. La ”coincidenza” ha scatenato l’accusa del senatore giuslavorista Pietro Ichino, da tempo fautore nel partito di soluzioni più riformiste: «Il Pd è diventato la cinghia di trasmissione della Cgil». Immediata la replica del segretario: «Il Pd non è volano di nessuno». La tensione nel Pd resta alta. Oggi la trattativa al ministero del Welfare riprenderà con un tavolo tecnico sulla flessibilità in entrata. Niente tagliole sulle tipologie di ingresso: il ministro Fornero ieri ha confermato che la via sarà quella di rendere più cari i contratti a tempo determinato. Un’ipotesi sulla quale – fa sapere Emma Marcegaglia, leader di Confindustria – le imprese «sono disposte a ragionare» ma «nell’ambito di una trattativa complessa». Come dire: nel dibattito deve entrare anche l’articolo 18. © Giusy Franzese

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis