ultime notizie:

Loggia P4, arresto di Papa, in Giunta un altro rinvio

Alfonso Papa

Alfonso Papa

Il voto della giunta per le Autorizzazioni della Camera sulla richiesta di arresto di Alfonso Papa, il deputato pdl coinvolto nell’inchiesta P4, è slittato a stamane. La giunta, infatti, ha impiegato la giornata di ieri nella discussione generale sul caso e per ascoltare di nuovo il parlamentare accusato dal gip di Napoli di corruzione, associazione per delinquere e rivelazione di segreto istruttorio. Il quale ha prodotto ieri nuove carte che, se per un verso hanno confermato i rappresentanti del Pdl nella scelta di dire no all’arresto, non hanno sciolto l’enigma del voto della Lega. I due rappresentanti del Carroccio, Luca Paolini e Fulvio Follegot – determinanti in uno schieramento in cui la maggioranza ha un solo uomo in più delle opposizioni – hanno rinviato ad oggi ogni decisione sulla libertà del loro collega. «La notte porta consiglio» ha detto Paolini, lasciando irrisolto il giallo sul voto della Lega, il cui leader Bossi si era inizialmente pronunciato per il sì all’arresto, lasciando poi però capire che la scelta definitiva sarebbe stata oggetto di valutazione politica e infatti ancora ieri sera il Senatùr osservava: «Li teniamo sulle spine».

Comunque, per Papa quello di oggi in giunta non sarà l’unico passaggio a rischio, restando aperta anche l’incognita del voto definitivo dell’Aula della Camera fissato per mercoledì 20 luglio. Sul quale avrà influenza la scelta di ricorrere o meno allo scrutinio segreto. E sempre nella stessa data, ma in giunta per le Autorizzazioni, inizierà l’esame dell’altro caso spinoso per il Pdl della richiesta d’arresto dell’ex consigliere politico di Tremonti, Marco Milanese. Vicenda, quest’ultima, che a causa della chiusura estiva delle Camere, vedrà la sua conclusione solo a settembre.

Per quanto riguarda il voto di oggi, il relatore sul caso Papa, Francesco Paolo Sisto, dopo aver ascoltato le ultime comunicazioni del collega sotto accusa si è detto «convinto della necessità di negare l’arresto», ravvisando il fumus persecutionis nella condotta dei giudici napoletani che «hanno intercettato Papa anche quando c’era la certezza che fosse un parlamentare». Nessun «fumus», al contrario, per Pd, Udc e Idv. «Il gip è stato assolutamente garantista nella valutazione dei fatti sottopostigli dai pm», osserva la democrat Marilena Samperi. Stessa valutazione dall’udc Pierluigi Mantini il quale, annunciando l’assenso del Terzo Polo all’arresto, afferma che «Papa non è perseguitato. Il suo caso è scandaloso. Quello che dispiace è che questa maggioranza assolve tutto, mentre l’etica pubblica dovrebbe essere condivisa».

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis