ultime notizie:

La spartizione delle tangenti tra Lega Nord e Pdl

Davide Boni

Davide Boni

«Un milione e mezzo di euro» così spartito: un terzo delle mazzette andava ai professionisti, che si spendevano per raccogliere i proventi illeciti dagli imprenditori, e i rimanenti due terzi venivano «destinati pro quota ai partiti che reggevano la giunta cassanese, Forza Italia e Lega Nord». Sarebbero stati così equamente suddivisi i soldi delle presunte tangenti incassate per i progetti immobiliari nel comune di Cassano d’Adda, finito al centro di un’inchiesta che ha poi partorito quella a carico del presidente del Consiglio regionale lombardo, il leghista Davide Boni. Non solo mazzette per ottenere modifiche del piano regolatore di Cassano d’Adda, ma anche per altre operazioni per conto dell’imprenditore Luigi Zunino. A rivelarlo nell’interrogatorio del 12 luglio 2011 è Michele Ugliola, l’architetto che sarebbe stato il mediatore tra imprenditori e politici per le tangenti utili a ottenere il via libera ai loro affari immobiliari. Ugliola elenca le operazioni illecite: «Si tratta di tutti gli incarichi che ho ottenuto dalla società Risanamento di Luigi Zunino, quali Santa Giulia, Area Falck di Sesto San Giovanni, Rodano Pioltello – area ex Sisas, Scalo Farini, con riferimento all’immobile ex Poste e Marconi 2000 – comune di Varedo. In ciascuno di questi casi, sono state promesse somme di denaro ai medesimi esponenti politici sopra indicati, e cioè Boni, Ghezzi e Casiraghi, in cambio dell’ottenimento delle autorizzazioni necessarie».

Vale a dire Davide Boni, all’epoca assessore regionale al Territorio, Dario Ghezzi, capo della sua segreteria politica, Monica Casiraghi, all’epoca consulente dell’assessorato regionale al Territorio. È stato Ugliola poi nei suoi verbali a tirare in ballo anche altri due ex assessori della Regione, Franco Nicoli Cristiani del Pdl, arrestato mesi fa in un’altra inchiesta per corruzione, e Massimo Buscemi, non indagato. Per un affare ad Albuzzano, nel Pavese, «bisognava anche ottenere – ha raccontato in un interrogatorio – una autorizzazione dall’Assessorato regionale al Commercio (allora guidato da Nicoli Cristiani) ed il Ghezzi mi disse che per questa parte ci avrebbero pensato loro». Poi la spiegazione del sistema per «mascherare» le tangenti nei suoi rapporti con l’imprenditore Luigi Zunino: «Sulle mie parcelle – ha riferito l’architetto – indicavo la somma complessiva di euro 1 milione 850 mila (…) di cui euro 800 mila dovevano essere retrocessi a Boni e Ghezzi».

L’architetto, come ha messo a verbale anche un ex esponente locale della Lega, Marco Paoletti, era «l’uomo di fiducia della Lega», il «mediatore tra gli interessi dei politici e quelli dei proprietari delle aree interessate alle modifiche urbanistiche» per quanto riguarda «i grandi problemi urbanistici in Lombardia» Marco Paoletti, consigliere provinciale milanese eletto nelle file della Lega e oggi al Gruppo Misto afferma nell’interrogatorio del 21 ottobre 2011 davanti al pm Paolo Filippini, titolare dell’inchiesta per corruzione a suo carico: «Nel dicembre 2010 è stata perquisita la mia abitazione e io volevo essere tranquillizzato dai vertici del movimento in quanto temevo un diretto coinvolgimento della mia persona nei fatti di Cassano». «Ricordo che Boni in più occasioni mi tranquillizzò – ha proseguito Paoletti – dicendomi che non mi avrebbero abbandonato politicamente qualora ci fosse stato un risvolto giudiziario negativo nei miei confronti».

Lascia un commento alla notizia


ultime notizie sesto san giovanni, ultimora sesto san giovanni, cassano d\adda news, cassano d\adda notizie, ultimora cassano dadda, ultime notizie cassano d\adda, cassano dadda notizie, lega nord ultima ora, news cassano dadda, notizie cassano dadda, notizie cassano d\adda, news cassano d\adda, www cassano dadda news, cassano dadda NEWS, ultime notizie a cassano d adda, ultime notizia gazettino cassano d\adda, cassano ddda news

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis