ultime notizie:

La sfida all’euro è rivolta all’intera Unione

Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano

«La dura sfida cui è sottoposta la moneta unica, l’euro, è una sfida all’intera Unione». E’ la valutazione del il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in visita a Varsavia. Per il capo dello Stato, infatti, quella «dell’Europa unita è una conquista irreversibile». Anche dalla capitale della Polonia non manca, nelle considerazioni del Quirinale, l’attenzione alle vicende italiane. Nell’incontro con il presidente polacco Bronislaw Komorowski, dopo aver sottolineato che «l’accordo sulla crisi bancaria in Spagna è molto positivo», Napolitano si è riferito alla situazione italiana, sottolineando che la crisi economica va affrontata con soluzioni comuni europee ma poi «ciascuno deve affrontare i problemi a casa propria e in Italia stiamo risolvendo, per quanto sia difficile, il compito». Nelle parole del Presidente si sente l’eco dell’impegno europeo. Per affrontare «la crisi finanziaria mondiale, partita dagli Stati Uniti nel 2008», avverte, servono subito «nuove precise condizioni che offrano garanzia di un sistema europeo che eviti il ripetersi di queste crisi acute», e vanno affrontate anche «le debolezze politiche nazionali», come quelle verificatesi in Grecia.

Per arrivare a queste soluzioni, ha aggiunto Napolitano, serve «una forte disciplina di bilancio» con integrazioni «di politiche fiscali». Il capo dello Stato ha lodato più volte «il ruolo da protagonista» che la Polonia sta giocando per l’integrazione europea. Poi un riferimento al decreto sullo sviluppo: «Non so se è stato convocato il Consiglio dei ministri e per quando arriverà. Ma credo che si stia stringendo». Ai giornalisti che gli facevano osservare come ci fossero rallentamenti sul provvedimento, il presidente Napolitano ha premesso di non essere informatissimo, in quanto da ieri a Varsavia e dopo essersi occupato molto del terremoto in Emilia. Comunque, «credo che si stia per stringere», ha confermato. A chi gli chiedeva della copertura finanziaria del decreto, Napolitano ha replicato: «Veramente non so, perché ho letto solo sui giornali che era stata trovata una copertura». Inoltre, ha aggiunto, «anche Monti è stato preso dai problemi del terremoto e dalle nomine Rai».

Quanto al riferimento del premier sui poteri forti, la puntualizzazione di Napolitano è stata asciutta: «Schermaglie sofisticate» alle quali non bisogna dare troppo peso. Il capo dello Stato, conversando con i giornalisti nell’albergo che lo ospita, ha spiegato che il dibattito che si è aperto in Italia sui «poteri forti» e sul quale è intervenuto oggi direttamente il premier Mario Monti, «fa parte di una schermaglia…». «Quindi non dobbiamo dargli tanto peso?», gli è stato chiesto. «Sì, non dobbiamo dargli tanto peso». «Ma Monti – hanno incalzato i cronisti – si è detto abbandonato dai poteri forti…». «Bisogna vedere cosa intendeva, questa è – ha replicato Napolitano – una schermaglia sofisticata nel merito della quale non entro».

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis