ultime notizie:

Il decreto del Fare è legge, il testo con le novità

Governo Letta

Governo Letta

Il decreto del Fare contiene quasi 100 articoli. Si va dalle semplificazioni al comitato permanente per la spending review, dallo sconto sulle multe al taglio degli stipendi dei manager pubblici; dal lavoro alla giustizia; dall’Expo 2015 alle grandi infrastrutture e alla scuola. Il decreto del Fare, ormai legge dopo il sì della Camera, cancella l’uso del fax nella Pubblica amministrazione e liberalizza il Wi-Fi. Ma in mezzo a norme significative se ne sono infilate altre meno nobili, dal «pastazzo di agrumi» (un residuo della produzione che ora potrà essere venduto per scopi zootecnici), ai bonus fiscali per i gestori delle pompe di benzina; dall’ennesima sospensione (al 15 settembre) del pagamento delle concessioni sulle spiagge, all’esenzione dalle norme sull’incompatibilità dei deputati-sindaci nei Comuni da 5 a 20.000 abitanti. È entrato e uscito come una meteora il Durt, documento unico di regolarità tributaria che avrebbe complicato, anziché semplificarla, la vita alle aziende. Al Senato si è giocata la partita degli sconti sulle multe, che rimangono ma solo se il pagamento arriverà entro massimo cinque giorni. Ed è stato confermato il nuovo regime per Equitalia che non potrà più esercitare i pignoramenti sulla prima casa nei confronti dei contribuenti morosi.

Anche il software sarà agevolato
Si ampliano le agevolazioni per le imprese. La legge Sabatini tradizionalmente impiegata per l’acquisto di macchinari, impianti, beni strumentali all’attività d’impresa, viene infatti estesa anche agli investimenti in hardware, in software e in tecnologie digitali . Le aziende che spenderanno per migliorare i propri impianti e la propria dotazione hi-tech potranno usufruire del credito agevolato all’interno di un plafond di 2,5 miliardi che saranno anticipati dalla Cassa depositi e prestati e dalle banche. Il credito agevolato si estende anche alle micro-imprese. Oltre ai finanziamenti concessi dalle banche, saranno agevolabili anche quelli concessi dalle società di leasing ma solo se garantite da una banca convenzionata con la Cdp.

Riforma Equitalia e credito alle Pmi
Cambiano i poteri di riscossione di Equitalia. La rateizzazione delle imposte viene ampliata fino a 120 rate. Soprattutto, non potrà più essere pignorata la prima casa del debitore moroso purché questi vi risieda anagraficamente e sia il suo unico bene posseduto.
Il Fondo centrale di garanzia è stato esteso anche ai professionisti nel limite del 5% delle risorse complessive. Ripristinata la quota del 30% delle risorse del Fondo da destinare alle operazioni di contro-garanzia dei Confidi e confermata la quota del 50% del Fondo da riservare agli interventi inferiori a 500.000 euro. Potranno affluire al Fondo di garanzia per le Pmi anche i contributi su base volontaria di enti, associazioni, società o singoli cittadini.

Alle grandi opere 3,2 miliardi di euro
Confermato lo sblocca-cantieri che destina 3,2 miliardi alla realizzazione di infrastrutture grandi, piccole e medie già cantierabili. È stato innalzato di 150 milioni (prima erano 300 milioni di risorse Inail) lo stanziamento per l’edilizia scolastica e per gli interventi di messa in regola sulle norme antisismiche nelle scuole. Tra le opere che avranno i finanziamenti: la Metropolitana M4 di Milano, Tangenziale est esterna di Milano, Collegamento stradale Rho – Monza, la Pedemontana, la tratta Colosseo-Piazza Venezia della Metropolitana C di Roma, il corridoio Tirrenico e Bretella Laziale, il quadrilatero Umbria Marche, la «Strade dei Parchi», la Metropolitana di Napoli Linea 1, la tratta Cancello– Grasso Telesino della Linea Napoli–Bari, l’asse autostradale Ragusa-Catania.

Semplificazioni per l’ edilizia
Il capitolo delle semplificazioni per l’edilizia privata ha visto più volte cambiare la norma che consentiva di utilizzare la Scia (segnalazione certificata di inizio attività) anche per gli interventi di media e grande scala per gli interventi di demolizione di edifici e ricostruzione con modifica della sagoma. La versione finale del decreto ha salvato il principio ma introdotto l’obbligo per i Comuni di individuare le aree dei centri storici che dovranno essere escluse dalla semplificazione. Cade l’obbligo di presentare il Durc (documento unico di regolarità contributiva) nel caso di lavori fatti in proprio. Nei lavori pubblici diventa obbligatoria l’anticipazione del 10% per gli appalti. Cancellato il famigerato Durt.

Super stipendi arriva la stretta
Stretta sugli stipendi dei manager pubblici. Dopo una serie di cambiamenti e colpi di scena, il testo finale prevede che per le società pubbliche non quotate i manager non possano essere retribuiti oltre il livello di 302.000 euro fissato per il primo presidente della Corte di Cassazione, così come aveva stabilito il decreto Salva-Italia. Inoltre, il testo finale varato dal Senato e poi recepito dalla Camera, stabilisce che i manager di società quotate controllate dallo Stato (come Eni, Enel o Finmeccanica) e di società non quotate ma che emettono titoli (per esempio obbligazioni) come Poste, Cassa depositi e prestiti o Ferrovie, debbano rinunciare al 25% della retribuzione complessiva in occasione del prossimo rinnovo dei consigli d’amministrazione.

Multe scontate se si paga subito
Inizialmente era previsto uno sconto del 30% sul pagamento delle multe per tutti gli automobilisti meritevoli e cioè quelli che non abbiano subito decurtazioni di punti-patente negli ultimi due anni. Lo sconto resterà ma solo per chi pagherà entro 5 giorni e per infrazioni che non comportano la confisca del veicolo e la sospensione della patente. Definitivamente approvata la sede di Torino per l’Autorità di regolazione dei Trasporti. Proprio ieri il Consiglio dei ministri ha completato l’iter per la nomina di Andrea Camanzi a presidente dell’Autorità. Barbara Marinali e Mario Valducci sono stati nominati componenti della stessa Authority. Secondo indicazioni ufficiose, dovrebbero insediarsi in un immobile ex Anas.

Comuni, salvi i sindaci-deputati
Salvi i sindaci-deputati dei Comuni da 5 a 20.000 abitanti. Non incorreranno nelle regole sulla incompatibilità degli incarichi purché risultassero in carica prima dell’entrata in vigore del decreto del Fare. Lo prevede un emendamento introdotto al Senato e ora diventato legge. Introdotta anche una deroga ampia alle norme del decreto legislativo anticorruzione, sempre che il sindaco in questione fosse in carica prima del maggio scorso. Per i Comuni che realizzeranno dismissioni del proprio patrimonio immobiliare, inoltre, è previsto che una quota del 10% delle risorse nette incassate con le cessioni relative vengano destinate al Fondo per l’ammortamento del debito dello Stato.

Giustizia e obbligo mediazione civile
Torna l’obbligo della mediazione per le controversie civili e commerciali. Ma sarà un obbligo a tempo che scade alla fine del 2016. Nelle cause per controversie di tipo condominale, per locazioni o risarcimento danni da responsabilità medica e sanitaria (il decreto specifica una per una tutte le ipotesi) gli avvocati dovranno avvisare i propri clienti che bisognerà passare dalla procedura di mediazione. Se questa si rivelerà infruttuosa, allora si potrà procedere in giudizio. Ma il rifiuto della soluzione concordata, senza un fondato motivo, influirà sulla successiva decisione del giudice. Boccata d’ossigeno per le Corti d’appello: arrivano infatti 400 giudici ausiliari che riceveranno 200 euro per ogni provvedimento espletato. Ampliato infine l’organico della Corte di Cassazione.

Lascia un commento alla notizia

sharon stone sex tapes rita ora the fappening jessica alba topless erin heatherton tits stacy keibler nude hermione way nude annalynne mccord hacked nude horny celeb jhonni blaze nude melina perez nude nova patra naked carly pope nude amanda peet nude gif elodie frege nude elizabeth olsen nude erin cummings sex tape gemini nude nicole meyer naked khloe kardashian nudes janice dickenson nude

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis