ultime notizie:

I Radicali, no alla fiducia, trattiamo su singoli punti

Mario Staderini

Mario Staderini

Si sono affidati al web, i radicali, per far conoscere i loro propositi rispetto al barcollante governo Berlusconi. Ed è stato, il loro, un messaggio di non possumus per il Cavaliere. Su twitter, il segretario appena riconfermato al congresso di Chianciano, Mario Staderini, ha usato parole inequivoche: «I Radicali voteranno no alla fiducia chiesta dal governo. Come è accaduto sempre in questi anni, senza eccezioni». A twitter è ricorso anche Marco Pannella, e le sue parole ovviamente pesano, e tanto, dentro la formazione che da decenni lo vede leader incontrastato: «Discutiamo misure, ma voteremo no a fiducia al governo Berlusconi». Magari la cena offertagli dal Cavaliere giorni fa non è stata di suo gradimento, fatto sta che il guru radicale sembra chiudere porte e finestre a un soccorso pannelliano in Parlamento rispetto a una maggioranza data sul punto di naufragare. Da segnalare anche un’altra posizione, quella di Rita Bernardini, che sul Fatto ha dato voce alla linea più aperturista dentro il partito, quella che chiude alla fiducia ma apre parecchio sulla votazione positiva di singoli provvedimenti. «Se il governo si dovesse presentare con emendamenti che contengono la traduzione positiva di tutti i punti contenuti nella lettera del governo all’Europa, perché mai non dovremmo votarli?», spiega la deputata pannelliana con impeto aperturista, un disco giallo così riassunto: «Non abbiamo deciso nulla, prima vediamo il testo poi decidiamo cosa fare».

Tace Emma Bonino, un silenzio assordante il suo, visto che da sempre la pasionaria radicale è tra le più ostili al Cavaliere e, si sussurra tra i bene informati, in un eventuale governo Monti un coinvolgimento di Emma è molto probabile, conosciuta e apprezzata dall’ex commissario Ue per la sua attività in Europa. Una mano ai radicali per il loro no a Berlusconi lo sta dando proprio il premier, visto che la sua determinazione a porre la fiducia chiude i margini di trattativa e spinge anche i pannelliani più aperturisti ad alzare disco rosso.

Rimane il problema irrisolto dei radicali rispetto al Pd, partito nelle file del quale sono stati eletti. Tra Pd e Pr non ci sono più contatti, «vadano per la loro strada», congedò Bersani tempo fa. E ai radicali non è sfuggito che al loro congresso in terra senese il Pd ha mandato in delegazione Michele Ventura, ottimo vice di Franceschini ma non proprio di prima fila nella nomenklatura di partito. © N.B.M.

Lascia un commento alla notizia


Marco Pannella Ultime Notizie

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis