ultime notizie:

Epurazioni nella Lega Nord, sarà resa dei conti

Roberto Maroni e Umberto Bossi

Roberto Maroni e Umberto Bossi

Persino Umberto Bossi non ha potuto far niente per proteggere la sua pupilla, Monica Rizzi. Segno che l’ex leader della Lega Nord ha le armi spuntate quando si tratta di arginare le epurazioni invocate dalla rumorosa base del partito: «Se ci sono dimissioni sono passi indietro che abbiamo chiesto di fare a tutti quelli che comunque, oggi, sono nell’occhio del ciclone» dice il governatore del Veneto, Luca Zaia. Parole che aprono le porte a una questione assai delicata per gli equilibri del Carroccio: cosa significa essere nell’occhio del ciclone? E chi stabilisce chi è dentro e chi no? Per ora la pulizia invocata da Roberto Maroni ha fatto le seguenti vittime: Umberto Bossi, dimessosi da segretario federale; Renzo Bossi, che ha lasciato la poltrona di consigliere regionale; Maurilio Canton, che era segretario provinciale a Varese e ha restituito la delega; Monica Rizzi, ormai ex assessore lombardo allo Sport; Rosy Mauro, espulsa; Francesco Belsito, espulso. Hanno tutti una cosa in comune: sono affiliati al clan di Gemonio meglio noto come cerchio magico. Di leghisti «nell’occhio del ciclone», per dirla con le parole di Luca Zaia, ce ne sarebbero molti altri fra indagati e chiamati in causa nelle intercettazioni del caso Belsito. Però hanno il vantaggio di non appartenere alla ristretta cerchia dei frequentatori di casa Bossi e dunque corrono meno rischi di vedersi chiedere un passo indietro come nel caso di Boni vicino a Calderoli sui Maroni non vuole commentare. Sarà il congresso della Lega Nord a chiudere le rappresaglie. Il silenzio degli uomini che circondano Bossi viene ancora interpretato come un momento di studio in attesa di lanciare una controffensiva.

Lascia un commento alla notizia


notizie ultima ora varese

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis