ultime notizie:

Emilio Fede licenziato dal TG4, lui non se ne va

Emilio Fede

Emilio Fede

«In una logica di rinnovamento editoriale cambia la direzione del Tg4». Il comunicato Mediaset sembra il fax spedito da Moratti a Ranieri. La poltrona di Emilio Fede a quest’ora è già di Giovanni Toti, il direttore di Studio Aperto. Fuori da Mediaset dopo 20 anni radiosi, contraddistinti da luminosi esempi di completezza dell’informazione, tra colpi di scena, notizie bomba, scoop veri ma soprattutto presunti, miracoli rovesciati, arresti imminenti e i mitici scazzi con gli inviati di punta (uno dei suoi discepoli più brutalizzati, Paolo Brosio, è in piena crisi mistica), Emilio Fede è stato il primo giornalista capace di trasformare un tg in omelia e un palinsesto in puro Spirito, dove la parola di Dio è sempre stata la parola di Silvio. Fede abbandona baracca ma non i burattini. A dimostrazione che Berlusconi gli amici non li dimentica, all’ex direttore ultrà non verrà negata una suite nei 180 metri quadri del Mausoleo di Arcore concepito dallo scultore comunista Cascella, dove tra le due dozzine di loculi destinati agli amici fraterni (Previti, Confalonieri, Gianni Letta, Galliani, Montanelli rifiutò dichiarandosi non degno), il più tardi possibile riabbraccerà il suo sovrano.

A dispetto delle multe inflitte da Agcom e i richiami dell’Osservatorio di Pavia, Fede ha dimostrato agli italiani la differenza che passa tra fede e malafede, riuscendo a convincere persino alcuni autorevoli esponenti della sinistra (che in tutti questi anni non hanno esitato a definirlo «fazioso ma dopotutto simpatico»), che oltre la malafede esiste la fede, oltre la fede, Fede e oltre Fede il suo editore. Da quando, dopo aver abbandonato il Tg1 entrò prima in Fininvest e poi a Mediaset, nella sua visione è esistito solo il suo capo. Diversamente da altri noti agiografi, che per non parlare del Cavaliere parlavano d’altro, lui si è sempre dichiarato un ultrà. Pur non potendo, (secondo la Corte di Giustizia Europea le frequenze di Rete 4 sono di Europa 7), per vent’anni ha raccontato agli italiani le malvagie imprese dei pm di Milano e le perversioni dei marxisti. Più perversi di loro, l’altro giorno l’ultimo schiaffone gliel’hanno rifilato Stampa e Corriere della Sera. I reati ipotizzati per quei due milioni che Fede avrebbe trasferito in Svizzera sono riciclaggio e evasione fiscale. Con l’elmetto in testa, come ai bei tempi Emilio ha giurato: «Me la pagheranno».

Dopo il licenziamento, l’ex direttore del TG4 è tornato negli studio di Mediaset come tutte le mattina alle ore 10:15 quasi incredulo della scelta del biscione: “la mia situazione non è chiara al momento neppure a me in realtà è già stato designato un nuovo direttore quindi io non so cosa posso o cosa devo fare oggi. I miei collaboratori sono tutti sorpresi, disperati, anzi di più nessuno si aspettava una cosa del genere”. Fede sembra contento che arrivi Toti ma esprime le sue perplessità in merito a un licenziamento che ha lasciato spiazzati anche i suoi collaboratori: “non ho nulla da dire. Lascio la direzione anticipatamente sì. Lascio Mediaset? Credo di no. Mi era stato chiesto di lasciare il primo luglio, ma io chiedevo una proroga. Mi ero intestardito più del necessario e loro si sono seccati. Allora vai via adesso mi hanno risposto. È una loro decisione di fronte alla mia eccessiva testardaggine”.

Lascia un commento alla notizia


PAOLO BROSIO ULTIME NOTIZIE, tg4 notizie, notizie ultima ora svizzera, studio aperto ultime notizie, notizie tg4, ultime notizie tg4, ultime notizie svizzera, ultime notizie studio aperto, emilio fede ultime notizie, emilio fede in carcere, tg4 news, ultime notizie emilio fede, tg4 ultima ora, le ultime notizie dal corriere della ser, ultim ora paolo brosio

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis