ultime notizie:

Elezioni Anm, vince Magistratura indipendente

Cosimo Ferri

Cosimo Ferri

Due seggi in più a Magistratura Indipendente, un seggio alla nuova lista anti-correnti Proposta B e a farne le spese sono Unità per la Costituzione, che ne perde due, Area, il cartello elettorale delle correnti di sinistra, che va a meno uno. Sono questi i dati ormai quasi definitivi per il nuovo vertice dell’Associazione Nazionale Magistrati, che assegnano le poltrone dei 36 componenti del Comitato direttivo centrale del sindacato delle toghe che poi dovrà indicare il nuovo presidente, il segretario e tutta la Giunta. Lo spoglio delle schede ha dunque confermato le previsioni, con la penalizzazione di Unicost e Area, le due forze che con la giunta Palamara-Cascini hanno guidato l’Anm negli ultimi quattro anni, opponendosi alle riforme del governo Berlusconi; e ha premiato invece l’unico gruppo all’opposizione, cioè Magistratura Indipendente, la corrente guidata da Cosimo Ferri, che è il primo degli eletti. Cambiano così i rapporti di forza: Unicost resta il gruppo di maggioranza in termini di voti, ma nel nuovo parlamentino avrà lo stesso numero di seggi di Area, 12, e solo uno in più rispetto a Magistratura Indipendente, la corrente Ferri, che ha condotto la sua campagna accusando la giunta uscente di non aver saputo tutelare nè gli stipendi nè condizioni di lavoro dignitose per i magistrati. E il gruppo di maggioranza, sostengono i suoi esponenti, paga così il prezzo del rinnovamento interno che ha portato avanti e soprattutto dell’impegno sulla questione morale.

Significativi i numeri di tre distretti importanti Roma, Napoli e Milano. A Roma, un bacino consistente con oltre 800 votanti, Unicost si conferma al primo posto, con 301 voti, in lieve calo rispetto ai 324 del 2007. Sale a 249 voti Magistratura Indipendente, rispetto ai precedenti 224 e aumenta anche Area, dai 209 voti con le due liste separate nel 2007 agli attuali 229. Ventuno i consensi alla Proposta B., mentre a Milano il dato più rilevante è quello di Magistratura indipendente, che quadruplica i suoi voti, da 58 a 197. La prima corrente è Area, con 241 voti, in lieve flessione rispetto alla precedente tornata, mentre Unicost scende da 246 a 151 voti. Gli indipendenti di Proposta B si fermano a quota 19. A Napoli perde consensi Area, che passa dai 350 voti complessivi del 2007 a 260, cresce Mi, da 171 a 215, ed è stabile Unicost. A Proposta B vanno 31 voti.

Quanto ai risultati dei singoli candidati, nessuno ha raggiunto l’affermazione personale del segretario di Mi Cosimo Ferri, e le preferenze sono nettamente inferiori: per Unicost il più votato è stato Michele Ciambellini, con 720 voti; per Area, Ezia Maccora, che ne ha avuti 615. Il nuovo comitato direttivo centrale, chiamato poi a eleggere la nuova giunta, dovrà dunque tenere conto di un risultato che, se è vero che numericamente mantiene in testa le due correnti dell’attuale maggioranza, Unicost e Area, non può non tenere conto dell’affermazione di Magistratura Indipendente e del successo personale del suo segretario. I risultati delle elezioni dovranno essere ufficializzati dall’ufficio elettorale, e poi il Comitato direttivo centrale dovrebbe essere convocato per il prossimo 10 marzo.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis