ultime notizie:

Di Pietro a Monti, ha i suicidi sulla coscienza

Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro

«Irresponsabile», «rozzo», «folle», agghiacciante». Per i partiti di maggioranza il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, con lo show messo in scena ieri a Montecitorio ha davvero passato il segno. Sarà che negli ultimi mesi l’aula della Camera si è disabituata a certi toni da barricata. Sarà che, finita l’epoca Berlusconi, più che insultare anche l’opposizione cerca di affrontare i problemi legati alla crisi. Fatto sta che quel «ladro», quel «bugiardo» all’indirizzo del presidente del Consiglio, Mario Monti, uniti alla pesantissima accusa di «avere sulla coscienza i suicidi» di chi rinuncia a vivere perché soffocato dai debiti o in attesa di pagamenti che non arrivano, vengono accolti con un senso di insofferenza e di rabbia.L’unico che mantiene il suo proverbiale aplomb è proprio Monti che, scurissimo in volto, risponde con un secco «no» a quanti gli domandano un commento all’invettiva di Di Pietro, salvo poi avvertire che certi atteggiamenti non sono tollerabili. L’attacco del leader dell’Italia dei valori piomba nell’emiciclo della Camera prima del voto finale sulle semplificazioni. Di Pietro si alza in piedi per prendere la parola e comincia apostrofando Monti come già faceva con il Cavaliere. Ossia, a suon di insulti come «premier latitante», «bugiardo al servizio delle lobby».E via crescendo. «Mentre il presidente Monti, che non viene in Parlamento, va soltanto a raccontare le bugie sui giornali sulla crisi che sarebbe finita, vi sono persone che non arrivano a fine mese che si stanno suicidando. E lei – accusa – ce li ha sulla coscienza questi suicidi».

La reazione è immediata. «E tu quanti suicidi hai sulla coscienza?», urla un deputato, dando la stura a commenti inferociti sui social network da parte di quanti ricordano le morti all’epoca di Tangentopoli. Quindi, arrivano i commenti ufficiali. Francesco Boccia del Pd condanna «con assoluta fermezza» quelle accuse, che per la collega di partito, Vittoria Franco, sono semplicemente «agghiaccianti». Il capogruppo di Futuro e libertà, Benedetto Della Vedova,avverte: «Da Di Pietro sono giunte oggi parole insensate e violente contro il premier. Scegliere, come ha fatto l’ex magistrato ed ex ministro della Repubblica, la logica del tanto peggio, tanto meglio, strumentalizzando le difficoltà di tanti italiani, è da irresponsabile».Stesso tono dal vice presidente della Camera, Maurizio Lupi del Pdl, secondo il quale «questo attacco è irresponsabile perché offende la memoria di tutti coloro che la crisi ha spinto verso il gesto disperato del suicidio». Il portavoce dell’Udc, Antonio De Poli, ammonisce: «È folle attribuire responsabilità al governo Monti che, ad esempio con le semplificazioni, sta lavorando per snellire il sistema burocratico italiano proprio a favore delle imprese».E alla fine solo il collega dell’Idv, Belisario, difende Di Pietro, perché «è stato attaccato con ipocrisia dai sepolcri imbiancati della maggioranza».

Monti non la prende per niente bene. Ma sceglie di trincerarsi dietro un «no» che non ammette repliche. Poi però entra nel merito e puntualizza: «Non ho mai detto che la crisi è finita. Quello che ho detto parlando ad un pubblico internazionale è che la crisi nell’eurozona è quasi finita e che l’Italia ha contribuito».Infine, non rinuncia a una preoccupata predicae spiega che per evitare al massimo ogni rischio di tensione sociale «occorre senso della misura da parte di chi ha responsabilità pubblica. Questo sta dietro al mio secco no di prima».Stesso invito da parte del segretario del Pd, Pierluigi Bersani, che al Tg3 dichiara che «bisognerebbe misurare le parole e magari cercare di fare insieme qualche fatto in più per la crescita». © Claudia Terracina

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis