ultime notizie:

Decreto Destinazione Italia, chi inquina non paga

Angelo Bonelli

Angelo Bonelli

L’emendamento all’articolo 4 della legge di conversione di Destinazione Italia , presentato da Ermete Realacci, non è soddisfacente perché restano aperte alcune problematiche che mettono a rischio le bonifiche delle aree inquinate. Analizzando il testo dell’emendamento si comprende che la modifica riguarda la mancata iscrizione dell’onere reale prevista dall’art. 253 de Codice ambientale per i soggetti responsabili della contaminazione. In questo caso, l’emendamento approvato prevede che l’onere non venga iscritto se il responsabile dell’inquinamento è in possesso del certificato di avvenuta bonifica e avvenuta messa in sicurezza. Il problema però consiste nel fatto che di messa in sicurezza ne esistono tre tipi, molto diversi tra loro, a quale si riferisce l’emendamento?.

Se la bonifica è stata portata a termine, poi, la messa in sicurezza evidentemente non serve: di fatto la norma norma è, quindi, inapplicabile. In più, bisogna vedere a quando risale il certificato di avvenuta bonifica. Facciamo un esempio: in Toscana la Montedison aveva un certificato del 1995; dopodiché sono state scoperte altre fonti di contaminazione, sempre pacificamente riconducibili al suo ciclo produttivo. In quel caso, tutt’altro che isolato, che si fa? Perché per come è scritta la norma nel momento in cui si è in possesso del certificato, l’iscrizione dell’onere, che serve a garanzia della bonifica, parrebbe sventata.

Infine, l’emendamento prevede che i “contributi pubblici e le altre misure di sostegno economico finanziario disponibili e attribuiti” non possano essere concessi ai soggetti responsabili dell’inquinamento per pagare la messa in sicurezza, la bonifica e/o la la riparazione del danno ambientale. Sin qui molto meglio di prima ma resta il problema che non vengono indicati tetti massimi di intervento da parte dello Stato negli accordi di programma per cui il rischio che le bonifiche se le debbano pagare i cittadini oggettivamente resta. Inoltre nell’emendamento si dice che i contributi potranno essere concessi per l’acquisto “di beni strumentali alla riconversione industriale ed allo sviluppo economico dell’area. Quindi, di fatto, a favore di chi ha inquinato, restano meccanismi di tipo premiale, anche se meno gravi di prima. © Angelo Bonelli – Cooportavoce della Federazione dei Verdi

Lascia un commento alla notizia

the fappenings download sylvie meis nude sabine jemeljanova pussy iskra lawrence hot boobs sarah hyland slutty cameron diaz topless doggystyle naked chanel iman pussy waitress naked anna kendrick leak christina aguilera fappening mary kate olsen tits celebrity leaks 2015 upton has nathalie kelley ever been naked katelyn pascavis nude danniella westbrook nude vika levina nude julia pereira nude fappening maisie williams serinda swan nude

cronaca toscana ultim\ora, toscana notizie ultima ora

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis