Zanzibar, traghetto affonda, duecento vittime

MV Spice Islander I

MV Spice Islander I

Sono almeno duecento i morti annegati per l’affondamento di un traghetto, lo MV Spice Islander I nell’arcipelago di Zanzibar, al largo delle coste della Tanzania. Lo ha riferito il ministro per le Emergenze, Mohamed Aboud. I corpi delle vittime sono stati recuperati. Almeno altre cinquanta persone, tra i seicento passeggeri che si stima si trovassero a bordo, risultano disperse. Le operazioni di soccorso hanno finora portato al salvataggio di circa 260 persone, tra cui 60 bambini. L’incidente è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato, nell’area di Nungwi, mentre il traghetto viaggiava tra Unguja, la principale isola dell’arcipelago, e l’isola di Pemba, una popolare meta turistica. Secondo alcune ricostruzioni, il traghetto sarebbe affondato a causa dell’eccessivo numero di passeggeri e di carico trasportati, ma non sono escluse cause tecniche. Le autorità della Tanzania, riferisce la Bbc, hanno chiesto assistenza alla comunità internazionale per le operazioni di slavataggio. L’Unità di Crisi della Farnesina è in contatto con l’Ambasciata d’Italia e le autorità locali per verificare l’eventuale coinvolgimento di cittadini italiani.

Lascia un commento alla notizia


ultime notizie zanzibar