ultime notizie:

Repressione in Siria, Assad doveva fare le riforme

Hillary Clinton

Hillary Clinton

I ministri degli esteri della Ue condanneranno ancora una volta il regime di Damasco per la persistente politica di repressione violenta dei manifestanti e solleciteranno le autorità siriane a consentire l’arrivo degli aiuti umanitari, domani al consiglio esteri della Ue che sarà dedicato agli ultimi sviluppi in Medio Oriente. Le ultime vittime della repressione venerdì, quando – secondo militanti – in occasione del «Venerdì della libertà per i prigionieri», sono scese in piazza contro Assad più di un milione di persone, fra Damasco, Homs, Hama, Deir Ezzor e Daraa. A morire sotto il fuoco delle forze di sicurezza, riferiscono militanti, una quarantina di civili. Ieri, intanto, si è svolta a Istanbul una «Conferenza di salvezza nazionale» della dissidenza siriana, nelle cui file circola l’idea di condurre una campagna di disobbedienza civile per forzare alle dimissioni Assad. «Ciò che accade in Siria è molto preoccupante perché molti di noi avevano sperato che Assad facesse le riforme che erano necessarie». A commentare così le notizie provenienti dalla Siria è stata Hillary Clinton, da Istanbul, dove ha preso parte alla riunione del Gruppo di Contatto sulla Libia. La Clinton ha quindi insistito sul fatto che «le brutalità devono cessare».

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis