ultime notizie:

Il premier Kan, meno nucleare in Giappone

Naoto Kan

Naoto Kan

Il bombardamento di Hiroshima con i suoi 140mila morti, 66 anni fa, lo tsunami e l’incubo della centrale atomica di Fukushima cinque mesi fa. Un binomio che ha scandito la ricorrenza, ieri, dell’attacco atomico sul Giappone da parte degli Stati Uniti. A migliaia, come ogni anno, si sono riuniti davanti al memoriale che ricorda le vittime del 1945. Un minuto di silenzio, poi le parole del primo ministro Naoto Kan che ribadisce la volontà del Paese di «ridurre la dipendenza dall’energia nucleare». E nelle sue parole si rifletteva anche il pensiero dei sopravvissuti al bombardamento Usa. Loro, simboli viventi del «no alle armi atomiche» per la prima volta hanno detto «no» anche al nucleare civile. Anche gli «hibakusha», come vengono chiamati i sopravvissuti al bombardamento del 6 agosto del 1945, partecipano al grande dibattito sul ripensamento sull’energia nucleare drammaticamente avviato in Giappone dall’incidente nella centrale di Fukushima provocato dal terremoto e dal maremoto dell’11 marzo. In passato i sopravvissuti di Hiroshima consideravano l’energia nucleare civile come l’antitesi della distruzione a cui avevano assistito, alcuni di loro erano diventati ricercatori che hanno partecipato alla costruzione delle 54 centrali nucleari, tutte sulla costa, che producono il 30% del fabbisogno elettrico del Paese.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis