ultime notizie:

Catastrofe umanitaria in Somalia, il mondo si mobiliti

Papa Benedetto XVI

Papa Benedetto XVI

L’inferno sulla terra è nel Corno d’Africa. La peggiore siccità degli ultimi 60 anni sta mettendo in pericolo la vita di 500 mila bambini. «È una catastrofe umanitaria» ha gridato Benedetto XVI all’Angelus implorando la «mobilitazione internazionale»; nei giorni scorsi l’Alto Commissariato dell’Onu per i rifugiati era intervenuto denunciando il disastro in corso. Il territorio somalo è ormai un deserto, colpa della prolungata assenza di piogge unita agli effetti della guerra civile. Impossibile coltivare qualcosa o allevare bestiame. La carestia sta costringendo alla fuga sempre più persone nella disperata ricerca di aiuti. Una fiumana di disperati si mette in marcia con mezzi di fortuna o a piedi tentando di raggiungere il campo di Dadaan, ai confini, in territorio kenyano, che ormai è sovraffollato. Vi arrivano duemila persone al giorno ma le marce estenuanti, il caldo, la dissenteria e la malnutrizione rischiano di essere letali. Si calcola che nel Corno d’Africa ci siano due milioni di bambini sottonutriti. Padre Federico Lombardi, portavoce vaticano, facendo riferimento alle testimonianze dei missionari in loco ha riportato scene apocalittiche. «I campi profughi scoppiano. La gente arriva dopo estenuanti marce a piedi sotto la minaccia e gli attacchi dei predoni, e i bambini vengono attaccati perfino da branchi di iene».

L’appello è stato lanciato da Castel Gandolfo dove il Pontefice sta trascorrendo le ferie. «Con profonda preoccupazione seguo le notizie provenienti dalla regione del Corno d’Africa e in particolare dalla Somalia, colpita da una gravissima siccità e in seguito, in alcune zone, anche da forti piogge, che stanno causando una catastrofe umanitaria. Innumerevoli persone stanno fuggendo in cerca di cibo e di aiuti». Il Papa ha poi incoraggiato a raccogliere «tempestivamente soccorsi per questi nostri fratelli e sorelle già duramente provati. Non manchi a queste popolazioni sofferenti la nostra solidarietà e il concreto sostegno di tutte le persone di buona volontà». Il Pontificio Consiglio Cor Unum, l’organismo che gestisce la carità per conto del Papa, ha disposto l’invio di 50 mila euro. La somma è stata affidata al vescovo di Gibuti monsignor Giorgio Bertin.

Ad aggravare l’emergenza in Somalia non mancano gli effetti della guerra civile. La situazione è drammatica soprattutto nelle zone meridionali in gran parte controllate dalle milizie radicali islamiche di al Shabaab che guidano l’insurrezione contro il Governo del presidente Sharif Ahmed. Attualmente, oltre 10 milioni di persone necessitano di aiuti umanitari urgenti.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis