ultime notizie:

Attentato terroristico a Mumbai, 18 morti

Attentato terroristico a Mumbai

Attentato terroristico a Mumbai

Tre esplosioni in tre diverse zone della città. E a Mumbai, metropoli indiana già lacerata dal sanguinoso attentato all’hotel Taj Mahal del 2008, è stata nuova strage. Ventuno persone sono rimaste uccise in strada, centinaia i feriti. L’inferno è scoppiato in mezzo alla gente, in tre luoghi popolari, molto affollati soprattutto nel tardo pomeriggio quando chiudono gli uffici. La prima bomba è esplosa alle 18.45 (15.15 in Italia), quando a Zaveri Bazaar, nel sud, nel mercato di gioielli già colpito duramente nel 1993 da un attentato dinamitardo. Il secondo ordigno è deflagrato pochi minuti dopo, alle 18.47, nel rione di Dadar, nei pressi di una fermata del l’autobus. Mentre la terza, alle 19.06, in una strada del lussuoso quartiere di Opera House. Secondo il sito di Ndtv, una quarta bomba sarebbe rimasta inesplosa nel quartiere Dadar. Secondo l’emittente televisiva, la polizia di Mumbai sospetta che le tre esplosioni portino la firma degli Indian Mujahiddin, gruppo islamico affiliato ai pakistani di Lashkar-e-Taiba cui sono stati attribuiti vari altri attentati in India. «Gli attentatori volevano colpire più gente possibile», ha spiegato Chhagan Bhujbal, funzionario del governo dello stato di Maharashtra. Secondo il ministero dell’Interno, sarebbero stati usati degli Ied, ordigni fatti in casa usati in Afghanistan: uno dei tre era nascosto sotto un ombrello in una delle tante bancarelle che compaiono in strada durante il periodo del monsone. Mumbai, colpita ancora una volta al cuore, stilla sangue che va ad irrorare vecchie cicatrici. Il 26 novembre 2008 una decina di terroristi pachistani tenne in scacco per 60 ore la polizia, uccidendo 195 persone. Tra queste l’imprenditore livornese Antonio Di Lorenzo. Il bilancio, per gli analisti, avrebbe potuto essere simile a quello dell’11 settembre se gli estremisti fossero riusciti a far esplodere il lussuoso hotel Taj Mahal, frequentato da turisti e uomini d’affari occidentali. A rivendicare gli attacchi i Mujaheddin del Deccan. Alle loro spalle, l’ombra di Al Qaeda. Ironia della sorte, ieri era il giorno del 24° compleanno dell’unico attentatore del 2008 sopravvissuto, Mohaammad Azam Amir Kasav.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis