ultime notizie:

Sulle borse, l’incubo di una nuova recessione

Deutsche Börse

Deutsche Börse

Non è stato un vero e proprio tracollo come giovedì, ma anche ieri le Borse hanno chiuso in forte calo. A Wall Street il Dow Jones ha perso l’1,57% e il Nasdaq l’1,62%. Ancora una volta Milano è stata la peggiore, con i titoli bancari in forte sofferenza e Fiat che continua a scontare le brutte previsioni degli analisti sull’andamento prossimo futuro del mercato dell’auto. Senza risposte forti dei leader europei alla crisi dei debiti sovrani non c’è motivo perché i mercati cambino rotta, dicono gli operatori. A questi ritardi si aggiungono le preoccupazioni sullo stato di salute dell’economia reale. I report degli analisti, anche ieri ne sono arrivati, agitano lo spettro di una nuova recessione. Non stupisce quindi che ieri Piazza Affari abbia perso il 2,46% (-2,12% l’indice All Share). Si è guadagnata la maglia nera in Europa ma il panorama generale resta deprimente. Francoforte è scesa del 2,19%, Londra dell’1,01%, Parigi dell’1,92%. I titoli finanziari sono quelli che più fanno le spese di questo clima di generale incertezza perché sono esposti su un doppio fronte. Quello della perdita di valore delle massicce quantità di titoli di Stato che hanno in portafoglio, e quello del rallentamento dell’economia che inevitabilmente farà peggiorare la qualità dei crediti concessi alle imprese e alle famiglie, con il rischio di perdite.

In Italia l’indice settoriale ha perso ieri un altro 3,77%, ma banche e finanziarie vanno male in tutta Europa. Intesa Sanpaolo è andata giù del 5,35% e Unicredit il 5,81%. In un mese e mezzo, dal 5 luglio, sono dimagrite rispettivamente del 39% e del 40%. Prezzi da saldo. Secondo un calcolo di Reuters a questo punto il gigante informatico Apple vale di più di quanto capitalizzino le 32 maggiori banche europee tutte insieme. L’annuncio che la Commissione Ue sta valutando la fattibilità degli Eurobond dà la misura della drammaticità della situazione. Anche perché ancora ieri Germania e Francia hanno ribadito la loro contrarietà. Ma c’è l’urgenza di disinnescare una mina le cui conseguenze potrebbero diventare devastanti per l’economia e la finanza del Vecchio continente.

E Bruxelles cerca di rientrare in gioco visto l’esito del vertice franco-tedesco di martedì, e le conseguenze delle dichiarazioni della Merkel e di Sarkozy sull’introduzione della tassa sulle transazioni finanziarie e sul no agli Eurobond. Nel corso della mattinata, quando i mercati europei stavano scontando anche i cali delle Borse asiatiche, con Tokyo giù del 2,5% e Hong Kong del 3%, Jp Morgan ha reso note le sue fosche previsioni. La banca d’affari Usa ritiene che ci siano «rischi elevati di recessione» negli Stati Uniti. E taglia dal 2,5% all’1% la crescita del Pil americano nel quarto trimestre. «Il calo dei prezzi energetici dovrebbe aiutare ad arginare alcune debolezze dell’economia» ammette Jp Morgan, ma tra gennaio e marzo del 2012 gli Usa potrebbero avvicinarsi pericolosamente alla crescita zero (+0,5% contro l’1,5% stimato solo qualche mese fa).

Se si ferma la maggiore economia del mondo si ferma il mondo. La globalizzazione è anche questo. Negli ambienti della Federal Reserve però si esclude l’ipotesi di una nuova recessione. In base alle ultime proiezioni, ha dichiarato Sandra Pianalto, presidente della Fed di Cleveland, si stima una crescita del 2% del Pil per quest’anno e del 3% per i due anni successivi. «Sempre che la situazione economica e finanziaria mondiale non peggiori ulteriormente», aggiunge. Il rallentamento dell’economia mondiale tiene basso il prezzo del greggio. Per fine anno i bookmakers prevedono un costo del barile sotto gli 80 dollari. Ieri quotava 82,26 dollari, in calo rispetto a mercoledì. Non si ferma invece la corsa dell’oro, bene rifugio per eccellenza. Ieri ha toccato i 1.824 dollari l’oncia, 31 dollari in più rispetto alla chiusura di giovedì. Dall’inizio dell’anno è rincarato del 26%, più 10% solo in agosto.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis