ultime notizie:

Stazione di Roma Tiburtina, regno della Tav

Stazione di Roma Tiburtina

Stazione di Roma Tiburtina

Gallerie spaziali, sale d’attesa sospese nel vuoto, vip lounges che galleggiano, ristoranti e internet-caffè: non è la foto di un Paese a rischio default quella inviata ieri dalla nuova stazione Tiburtina. É un altro mondo che va parallelo alla crisi e nel quale transiteranno i treni italiani dell’Alta velocità. Lo stesso concetto ma con altre parole lo ha espresso Giorgio Napolitano che ieri ha inaugurato il nuovo hub ferroviario realizzato in soli 36 mesi Un messaggio da inviare ai mercati in fibrillazione ma anche chez Sarkozy e in casa Merkel, «l’Italia è in grado di dare all’Europa la prova delle sue straordinarie capacità di innovazione». «Una di quelle prove – ha continuato – che in questo momento critico abbiamo bisogno di dare all’Europa e noi stessi». E c’è un messaggio in chiave, pr così dire, interna: una lastra alta più venti metri. Napolitano ha scoperto il drappo e sotto sono apparsi due discorsi pronunciati a Camillo Benso Conte di Cavour: Il primo del 25 marzo 1861 su Roma Capitale, il secondo nel 1846, quando l’Italia era ancora un’espressione geografica e Cavour esprimeva «la necessità delle strade ferrate».

Oggi si chiama anche Alta velocità. La Tiburtina è il primo polo del sistema di stazioni che viene inaugurato e nei tempi stabiliti nonostante l’incendio che ha bruciato la vecchia centrale il 24 luglio scorso. La mega struttura, progettata dall’architetto Paolo Desideri, ha un’estensione di circa 50 mila metri quadrati. Vi transiteranno a pieno regime 140 treni al giorno su 20 binari, 52 scale mobili, 29 ascensori e montacarichi, 110 posti auto di cui 430 coperi. Collegata con l’aeroporto da Vinci, con il trasporto su gomma e la metropolitana urbana. Risponde a criteri di moderna urbanistica: un boulevard unisce due quartieri romani, Nomentano e Pietralata da sempre separati dalla ferrovia.

Giuliano Amato, presidente del Comitato per le celebrazioni dei 150 anni dell’ Unità d’Italia ha dato il via e Napolitano ha voluto subito rendere omaggio ai «ferrovieri italiani». Presenti ra gli altri il neo ministro allo Sviluppo Corrado Passera, Lamberto Cardia, presidente del Gruppo Fs, l’ad Mauro Moretti, Gianni Letta, Pier Ferdinando Casini, Gianni Alemanno, Renata Polverini, Nicola Zingaretti, Walter Veltroni, Giorgia Meloni, Luigi Abete, presidente di Bnl e Pier Francesco Guarguaglini, presidente di Finmeccanica. Visto il parterre si temeva un blitz dei No Tav, ma tutto o quasi è filato liscio. Lo schieramento di agenti non ha potuto impedire però che i politici venissero sonoramente fischiati al momento di entrare e che un anziano signore, un ex carabiniere in congedo che mostrava la foto del figlio, con il suo bastone colpisse di striscio il parabrezza dell’auto presidenziale. © Claudio Marincola

Lascia un commento alla notizia


ROMA TIBURTINA, roma tiburtina stazione, stazione di roma tiburtina

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis