ultime notizie:

Rinvio aumento Iva solo fino a ottobre

Vieri Ceriani

Vieri Ceriani

Il rinvio dell’aumento dell’Iva sembra ormai cosa certa. E’ probabile però che il governo si prenderà tre mesi di tempo e rimanderà per ora l’aumento solo fino a ottobre. In tal caso l’esecutivo dovrebbe trovare “solo” un miliardo, risorse più ridotte rispetto a quelle richieste da un rinvio di sei mesi (almeno 2 miliardi). Con un posticipo di 3 mesi inoltre, non sarebbe necessaria una clausola di salvaguardia come quella imposta allo stop dell’Imu per rassicurare l’Europa. Un trimestre potrebbe essere sufficiente al governo per trovare la soluzione migliore a sterilizzare del tutto il rincaro che rischia di deprimere ulteriormente i consumi. La strada potrebbe prevedere un intervento sulle agevolazioni fiscali e un aumento selettivo dell’Iva, ovvero un ritocco verso l’alto solo su alcuni prodotti. Fra gli indiziati ci sono per esempio le sigarette (dal 21 al 22%) o altri prodotti considerati di lusso, mentre dovrebbe rimanere al 21% quella sui cellulari. Altri prodotti con Iva al 10% potrebbero passare al 21%. Il governo sembra invece aver accantonato per il momento l’idea di aumentare l’Iva di solo mezzo punto, visto che avrebbe comunque un effetto depressivo sui consumi. Ma per scacciare del tutto il fantasma Iva, che tanto fa paura alle imprese, l’esecutivo deve trovare le risorse. Per esempio, andando a mettere ordine nella spinosa materia delle detrazioni, deduzioni ed agevolazioni fiscali. Un dossier è pronto da tempo ed è nelle mani dello stesso sottosegretario che ci lavorò con Monti, Vieri Ceriani. Obiettivo è riorganizzare le 720 forme di agevolazione fiscale e recuperare almeno un po’ di quei 253 miliardi di euro che rappresentano il loro costo per l’erario. Dei rapporti stesi già sotto il governo di Mario Monti, Letta potrebbe recuperare anche il cosiddetto rapporto Giavazzi, sulla revisione degli incentivi alle imprese. L’esecutivo è deciso ad accelerare invece sul pacchetto lavoro, che dovrebbe approdare a breve in Consiglio dei ministri, così da consentire al premier di presentarsi al consiglio Ue di fine giugno con le misure già approvate. Si pensa a un decreto da circa 500 milioni che potrebbe contenere il credito di imposta per le assunzioni degli under 30 e altre misure per favorire il lavoro dei giovani. Proprio all’occupazione giovanile sarà dedicato il vertice fra i ministri del Lavoro e del Tesoro di Italia, Spagna, Germania e Francia in programma venerdì a Roma. © A.Severini

Lascia un commento alla notizia

chloe bennett nude ioana nude sarah schneider nudes rumer willis nude deschanel sisters nude ivanka nude charlotte mckinney naked daveigh chase nude maria yi nude chantel jeffreys porn elizabeth ruiz nude lady dee nude celeb blowjob 2015 kurea hasumi nude natasha legeyda nude celeb new 2015 pussy galleries bonnie wright naked ariana grande naked 2015 k michelle tits aimee caba

agevolazioni fiscali 2017 ultime notizie, Ultima ora sgravi fiscali 2017

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis