ultime notizie:

Riforma pensioni, si andrà in pensione a 67 anni

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Era il capitolo politicamente e socialmente più a rischio: così alla fine la parte della lettera dedicata alla previdenza è quella che in realtà comprende meno novità. Anzi, novità non ce sono proprio: il governo si limita a confermare il percorso previsto dalle leggi già in vigore, che grazie al meccanismo di innalzamento automatico sulla base della speranza di vita fanno crescere gradualmente l’età della pensione di vecchiaia fino a oltre 67 anni per sia per gli uomini che per le donne. Nel 2029, con le riforme e regime, gli italiani andranno in pensione a 66,7 anni. In linea con Germania e Spagna (67 anni sempre nel 2029). Sono i dati forniti dal Dipartimento della Funzione pubblica che, allegati alla lettera inviata dal Governo a Bruxelles, mettono a confronto gli effetti delle riforme sui regimi pensionistici nei principali Paesi europei. Ma chi ha cominciato a lavorare con un contratto stabile dopo i 33 anni o ha avuto rapporti di lavoro discontinui rischia di dover aspettare di aver compiuto oltre 69 anni per andare in pensione: potrebbe essere questo l’effetto se l’accordo riguarderà solo l’innalzamento dell’età di vecchiaia da 65 a 67 anni e salvando così di fatto le uscite per anzianità. Vediamo come si arriva a questo traguardo.

Attualmente nel settore privato l’età per la pensione di vecchiaia è di 65 anni per gli uomini e 60 per le donne (nel pubblico sarà unificata già dal prossimo anno). Dal 2013 entrerà in vigore l’adeguamento alla crescita dell’aspettativa di vita: il requisito crescerà di 3 mesi. Successivamente ogni 3 anni ci sarà un nuovo gradino di 4 mesi. Intanto però per le lavoratrici private a questi incrementi si aggiungeranno quelli ugualmente graduali introdotti per l’allineamento dell’età delle donne a quella degli uomini: la loro «scaletta» risulterà quindi più veloce e nel 2026 raggiungeranno gli uomini: in quell’anno, per entrambi i sessi il requisito per la pensione di vecchiaia risulterà pari a 66 anni e 7 mesi.

A questa età però andrà aggiunto il periodo di attesa imposto a tutti i lavoratori tra il conseguimento dei requi- siti e l’effettivo accesso alla pensione, la cosiddetta «finestra mobile», pari a 12 mesi per i dipendenti e 18 per gli autonomi. Ecco quindi che l’età della pensione di vecchiaia risulterà di almeno 67 anni, anche nel caso in cui gli incrementi dell’aspettativa di vita verificati dall’Istat ex post risultino meno ampi di quelli attualmente stimati. Anche per la pensione di anzianità la lettera conferma lo status quo: i requisiti stanno aumentando gradualmente ed arriveranno a regime nel 2012, quando per lasciare il lavoro anticipatamente sarà richiesta la quota 97: 62 anni di età e 35 di contributi, oppure 61 e 36. Anche questi requisiti di età aumenteranno automaticamente con l’evoluzione della speranza di vita.

Lascia un commento alla notizia


pensione 67 anni ultime notizie, berlusconi pensioni ultime notizie

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis