ultime notizie:

Per il riassetto Edison A2a sceglie Edipower

Edipower

Edipower

A2A imbocca il riassetto di Edfison seguendo la strada tracciata in marzo e boccia il lodo Zuccolì che voleva Edipower tutta italiana. «Abbiamo deliberato all’unanimità di riprendere i negoziati con Edf tenendo come base il preaccordo di marzo ma stando attenti alle eventuali evoluzioni dei rapporti tra il Governo italiano e quello francese» ha detto il presidente del consiglio di gestione (cdg) dell’utility lombarda, Giuliano Zuccoli, al termine della riunione dell’organo sociale. La posizione del cdg dovrebbe essere formalizzata oggi dal consiglio di sorveglianza. Ci si avvia verso lo spezzatino di Edipower e la definizione di una put sul 30% di Edison che resterà in mano ai soci italiani radunati in Delmi. Riguardo all’opzione put (vendita), Zuccoli ha sottolineato: «è uno dei temi da definire e una forchetta di prezzo non è una necessità. Meglio fissarla direttamente». Ed è questo il punto cruciale al centro del colloquio tenutosi ieri mattina, prima del cdg, fra Zuccoli, Renato Ravenelli e i vertici di Iren, rappresentati da Roberto Bazzano, Roberto Garbati e Andrea Viero. L’utility reggiana ha riproposto le sue condizioni: uscire dalla partita con un’adeguata dote e essere coinvolti direttamente nel negoziato con Edf.

Dopo la bocciatura del lodo Zuccoli, fermato soprattutto dal comune di Milano, il presidente Zuccoli non esclude neppure l’ipotesi di cedere la partecipazione di Edison a Edf nel caso individuasse un prezzo condiviso: «Sono decisioni importanti c’è tutta una storia dietro», ha sottolineato. «Sarebbe un’inversione di rotta non da poco ma potrebbe essere un’ipotesi, vedremo i valori che emergono settimana prossima». Zuccoli ha ancora osservato come la discussione nella riunione di ieri sia stata «intensa, dai contenuti importanti» e che ora uno dei temi da definire è la put «tenendo conto che fissare un valore minimo in questo momento è una cosa che deve essere fatta con cura».

Un altro aspetto da definire, secondo Zuccoli, è il rapporto con Iren che è «turbata perchè percepisce un filo diretto tra A2A e Edf». Tra le altre preoccupazioni il presidente di consiglio di gestione ha anche sottolineato il fatto che «il tempo sta correndo veloce, anche se non credo che il 31 ottobre (data in cui scade la proroga sui patti su Edison ndr.) scatterà la trappola se la macchina si mette in moto». In ogni caso, ha aggiunto «non credo che il Governo dirà di no, ho visto il ministro Romani molto propositivo». Riguardo infine alle dichiarazioni dell’assessore al Bilancio di Milano Bruno Tabacci Zuccoli ha concluso «non polemizzo con lui non è nel mio stile».

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis