ultime notizie:

Nessun beneficio per il pagamento dell’Imu

Giuseppe Guzzetti

Giuseppe Guzzetti

Il presidente dell’Acri (l’associazione delle casse di risparmio e delle fondazioni di origine bancaria), Giuseppe Guzzetti, ha sottolineato che per quanto riguarda l’Imu «non c’è nessun beneficio per le fondazioni, il regime è identico a quello degli altri enti no-profit». In occasione della presentazione del francobollo dedicato all’Acri per il suo centenario, il presidente rinnovato nei giorni scorsi per altri tre anni, ha spiegato che solo il 2,1% del patrimonio delle fondazioni investito in immobili e di questo solo una minima parte è destinato ad attività filantropiche e quindi esente dal pagamento dell’Imu. Le fondazioni, ha rimarcato Guzzetti, «pagano le tasse come tutti i cittadini e noi in Italia abbiamo un sistema fiscale nei confronti delle fondazioni e del terzo settore, che opera nel sociale, più oneroso di tutta l’Europa». Infatti, il presidente dell’Acri ha fatto sapere come da uno studio di «un ricercatore americano sia emerso che le fondazioni e altri enti del terzo settore in Italia pagano più tasse di ogni altro paese in Europa». Riguardo alla natura delle Fondazioni, Guzzetti ha fatto notare come si tratti di «enti che svolgono attività di carattere sociale. I nostri investimenti – ha continuato – sono fatti per avere dei rendimenti. Negli anni passati i rendimenti che arrivavano dalle banche superavano gli altri investimenti ma con il tempo questi utili si sono ridotti, in alcuni casi certe banche non hanno pagato i dividendi». Ecco che, ha osservato, «per alcune fondazioni oggi gli investimenti nelle banche sono marginali». Comunque, ha spiegato, in questi tempi di crisi «le fondazioni hanno aiutato le banche, in occasione degli aumenti di capitale non si sono fatte indietro e hanno fatto la loro parte». «Abbiamo sottoscritto la Carta delle Fondazioni perchè riteniamo la legge Ciampi ancora valida, e siamo contrari a modifiche», ha aggiunto Guzzetti. Il presidente dell’associazione ha sottolineato quelli che considera i «capisaldi» della legge Ciampi e i motivi per cui non bisognerebbe toccarla: «il primo, la definizione della natura delle Fondazioni, il secondo, la definizione dei criteri degli investimenti del nostro patrimonio, che durino nel tempo per consentire di fare attività sociale, e il terzo punto quello dell’attività erogativa. Riteniamo – ha concluso Guzzetti – che questi tre pilastri siano ancora validi quindi siamo contrari a che si metta mano a cambiare la Ciampi».

Lascia un commento alla notizia


chi è esonerato dal pagamento dellimu, chi è esonerato dal pagamento dell\imu

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis