ultime notizie:

L’Fmi taglia le previsioni del Pil in Italia

Fondo Monetario Internazionale

Fondo Monetario Internazionale

La crescita dell’economia mondiale si è indebolita, e i rischi di un deterioramento restano alti, soprattutto nell’Eurozona, che resta il segmento più debole e il cuore del problema. L’analisi la tratteggia il Fondo monetario internazionale nel World economic outlook diffuso in previsione delle assemblee annuali del Fmi e della Banca Mondiale ospitate a Tokyo. Il Pil italiano, stima l’istituto di Washington, registrerà un calo del 2,3% e dello 0,7% rispettivamente nel 2012 e nel 2013. Rispetto alle ultime previsioni di luglio dello stesso Fondo la crescita è stata tagliata dello 0,4% per entrambe gli anni. La nota di aggiornamento del Def fatta dal Tesoro poche settimane fa prevede un calo del 2,4% quest’anno ma solo dello 0,2% nel 2013. In ogni caso, e guardando all’insieme dell’economia mondiale, la ripresa è prevista solo alla fine dell’anno prossimo dagli economisti di Washington. Intanto, proprio la debole dinamica del prodotto interno lordo, porta ad un vero e proprio allarme lavoro con un tasso di disoccupazione che dilaga in tutta Europa, Germania esclusa, e tocca vette elevate in Grecia e Spagna, dove è senza lavoro oltre il 25% della forza lavoro, ma raggiunge un picco anche in Italia. Da noi i disoccupati, all’8,4% nel 2011, raggiungeranno il 10,6% quest’anno, ma addirittura l’11,1% nel 2013. Restiamo sotto la media europea (11,5%) ma l’accelerazione è davvero impressionante e preoccupante.

Uno scenario positivo per l’Europa, dice il Fondo, può avverarsi solo con l’attuazione dell’accordo raggiunto il 29 giungo, la creazione dell’unione bancaria, la creazione di una garanzia paneuropea sui depositi bancari, una ancora maggiore integrazione delle politiche di bilancio. In sostanza si tratta della road map individuata dalla Bce che potrebbe portare, secondo alcuni analisti, ad una discesa dello spread di circa 200 punti nel corso del 2013. In ogni caso, mette in guardia Olivier Blanchard, capo economista del Fmi, Madrid e Roma, le più dirette interessate ad un discesa dello spread, devono proseguire sulla via del risanamento cercando di ritrovare la strada della competitività ed eventualmente ricapitalizzando le banche senza intaccare il livello del debito.

Intanto, corsa contro il tempo per evitare la bancarotta di Atene. Il premier Antonis Samaras non ha lasciato spazio a dubbi. Senza la nuova tranche di aiuti internazionali la Grecia non supererà novembre. I ministri finanziari di Eurolandia, che si sono riuniti ieri a Lussemburgo, non hanno preso nessuna decisione sull’esborso della tranche da 31,5 miliardi. «La Grecia ha 10 giorni di tempo, fino al 18 ottobre (giorno del summit Ue) al più tardi», per dimostrare la sua determinazione sulle riforme promesse in cambio degli aiuti internazionali», Lo ha detto il presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker.

Il ministro greco Yannis Stournaras ha spiegato come il governo intende muoversi per soddisfare le richieste dei creditori, Fmi, Ue e Bce. Ha parlato di come pensa di recuperare quegli 11,5 miliardi di euro necessari a rispettare la tabella di marcia del risanamento dei conti. Aggiungendo anche però che la recessione morde e rende molto più difficile centrare nei tempi gli impegni presi nel memorandum sottoscritto con Europa e Fondo monetario in cambio del salvataggio. Nessuna riunione sullo sblocco dei 31,5 miliardi è stata presa ieri. E non avrebbe potuto essere diversamente, perché ad Atene la trattativa con gli esperti della troika dei creditori non ha portato sinora a risultati, e le previsioni sono per un prolungamento durante tutta la settimana. Il premier ellenico spera in una soluzione definitiva della questione prima del Vertice europeo del 18 ottobre, in modo che i capi di Stato e di governo possano in quella occasione ratificarla, sbloccando la tranche di aiuti. E oggi Samaras cercherà di essere convincente con Angela Merkel, per strappare un po’ più di tempo per riportare il bilancio in pareggio e tassi di interesse meno alti sui prestiti ottenuti. La cancelliera lo incontrerà in una Atene blindata, e subito dopo andrà dal presidente della Repubblica, Papoulias.

Lascia un commento alla notizia

ariana grande nude pics natalie portman sex video sigourney weaver nude jena malone nude teresa palmer fappening sara x mills nude ashley greene leaked carla gugino nude katy perry sex tape krysten ritter fappening nicola peltz ass shailene woodley nude naomi campbell nude photos krupa naked haley ryder nude sophie turner boobs kaya scodelario topless traci dimarco nude ronda rousey body paint vagina jenna marbles leaked photos 2015

situazione in grecia ultim\ora

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis