ultime notizie:

La crisi non dà slancio a pubblicità e vendite

Carlo Malinconico

Carlo Malinconico

Dopo un biennio di grande sofferenza, i giornali hanno ripreso a respirare, soprattutto grazie a incisivi processi di ristrutturazione e riorganizzazione del ciclo produttivo. Ma ci sono ancora «fattori di criticità molto acuti». E’ questo il quadro delineato dal presidente della Fieg (Federazione Italiana Editori Giornali), Carlo Malinconico, che ieri ha presentato un’analisi sui bilanci dei primi tre mesi del 2011 delle otto società editrici quotate in Borsa. Sul piano della gestione economico-finanziaria «gli interventi di aggiustamento dei processi produttivi sono continuati con risultati positivi». Tuttavia, copie diffuse e pubblicità sono «ancora declinanti, in sintonia con un’evoluzione della domanda interna troppo debole per dare slancio a una ripresa dei ritmi produttivi». Il venire meno di alcune agevolazioni, come quelle sulle tariffe postali, ha aggravato la situazione (gli abbonamenti sono scesi sotto l’8% del venduto). C’è stato quindi un arretramento dei ricavi delle imprese quotate (-0,3%), compensato con una riduzione dei costi di produzione leggermente superiore (-0,6%). Rispetto al primo trimestre 2010, il margine operativo lordo è quindi migliorato (+14,9%) e il risultato negativo degli utili netti complessivi si è ridotto di circa 10 milioni di euro. Per Malinconico i dati confermano che «i processi diretti ad alleggerire le componenti di costo non possono essere interrotti».

All’interno dei ricavi si nota una ripresa di quelli pubblicitari (+1,5%), in un contesto di mercato ancora in declino (-3,2%); e una leggera flessione dei ricavi da vendita (-0,6%), anche per l’ulteriore diminuzione delle vendite di prodotti collaterali abbinati ai giornali (-9,3%). Da segnalare la crescita del 32,4% delle attività online delle imprese. Quanto ai costi, quello del lavoro ha fatto registrare la flessione più ampia (-1,9%). I dati del primo trimestre evidenziano quindi «fattori di criticità molto acuti». Malinconico ricorda che «l’appuntamento con le semestrali delle società editrici quotate fornirà ulteriori elementi di valutazione sul loro stato di salute che può esser assunto a riferimento per l’intero settore».

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis