ultime notizie:

JPMorgan, Dimon si scusa e difende la banca Usa

Jamie Dimon

Jamie Dimon

Presenta le proprie scuse per l’errore e annuncia azioni nei confronti dei manager responsabili delle perdite per oltre 2 miliardi di dollari che, una volta ultimata l’indagine interna, potrebbero dover restituire parte dei compensi ottenuti. Jamie Dimon, l’amministratore delegato di JpMorgan, rassicura sulla solidità della banca e del suo capitale, prevedendo un trimestre solido, senza lasciarsi intimidire dal Congresso che, anzi, critica per le regole disegnate per il settore finanziario. Neanche le proteste che scoppiano in aula prima dell’audizione alla commissione bancaria del Senato scalfiscono la sicurezza e la compostezza di Dimon, che continua a guardare fisso i senatori quando gli gridano, prima di essere immediatamente allontanati, «truffatore». La sua sicurezza e le risposte calzanti offerte da Dimon mettono le ali ai titoli JpMorgan che, in una giornata debole, sale di oltre il 3%, recuperando parte del terreno perso da quando il 10 maggio scorso sono pubblicamente emerse. La lezione che «abbiamo imparato è che non bisogna essere compiacenti, non importa quanto bravi si è» afferma Dimon, difendendo a spada tratta il comitato di gestione del rischio della banca. «Ammettiamo l’errore e impareremo da questo, migliorando» aggiunge dicendosi non preoccupato per la propria reputazione. Dimon ammette di essere stato a conoscenza della strategia di trading del Cio ma di non averla approvata personalmente. E ammette anche che il nuovo modello di gestione e analisi del rischio probabilmente non ha funzionato: a posteriori «forse quello precedente era migliore». L’amministratore delegato definisce la strategia del Cio una «strategia di copertura» e non di proprietary trading: una strategia di copertura con i derivati non significa gioco d’azzardo. Questo almeno all’inizio, poi la strategia è «mutata in qualcosa che più che proteggere la banca, ha creato nuovi e maggiori potenziali rischi: i trader ritenevano erroneamente che le perdite sarebbero state temporanee, non hanno capito il rischio che si assumevano sui derivati e hanno danneggiato la banca. Dimon ammette di aver sbagliato ad avere definito inizialmente le perdite come una »tempesta in un bicchiere d’acqua«: »non ne sapevo« l’entità. Tutte ammissioni che non impediscono a Dimon di criticare il Congresso sulla Volcker Rule: le parti della normativa non ancora definita non erano necessarie e fanno confusione. La riforma di Wall Street – è il suo messaggio – è troppo complicata e non è detto che avrebbe evitato il buco di JpMorgan che, comunque, è un caso isolato.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis