ultime notizie:

Inchiesta della Fed su Standard & Poor’s

Federal Reserve System

Federal Reserve System

Mentre la Federal Reserve mette sotto osservazione le filiali delle banche europee che operano negli Usa e Morgan Stanley punta il dito sull’incapacità dei leader della Ue nel risolvere la crisi, è guerra aperta tra l’amministrazione Obama e Standard&Poor’s. L’agenzia di rating, infatti, è finita sotto inchiesta per i giudizi assegnati in passato ad alcuni titoli rivelatisi tossici. Ufficialmente non c’è alcun legame con la clamorosa decisione di togliere la tripla A agli Usa. Ma è chiaro che da quel momento i rapporti tra il governo americano e il colosso del rating sono ai ferri a corti. Ad avviare un’indagine approfondita sull’agenzia – riporta il New York Times – è stato il Dipartimento di giustizia per accertare come andarono le cose negli anni precedenti la crisi finanziaria del 2008 e il tracollo dei mutui subprime, cui seguì la più profonda recessione mondiale dai tempi della grande depressione. Una crisi dalla quale ancora oggi stentano ad uscire sia gli Stati Uniti sia l’Europa. Il lavoro degli inquirenti – conferma il Nyt – è iniziato prima che Standard&Poor’s strappasse la tripla A alla prima potenza mondiale.

Vertici e analisti dell’agenzia sono già stati più volte ascoltati per capire se a suo tempo furono assegnati «giudizi impropri», soprattutto nel settore dei mutui, alimentando quella bolla dei subprime che ha scatenato la crisi fino al drammatico tracollo di Lehman Brothers. Il sospetto è che i vertici dell’agenzia facessero pressioni sugli analisti più riluttanti, costringendoli di fatto a non abbassare il rating su alcune obbligazioni considerate a rischio. È chiaro – scrive ancora il Nyt – che se il dipartimento di giustizia riuscisse a raccogliere abbastanza prove contro il management di Standard&Poor’s potrebbe scattare una causa civile contro l’agenzia. Il quotidiano non esclude nemmeno il coinvolgimento delle altre due agenzie di rating – Moody’s e Fitch – che sarebbero a loro volta finite sotto la lente della Sec, l’autorità statunitense che vigila sui mercati.

La paura della doppia recessione ha poi spinto la Federal Reserve ad accentuare il suo controllo sulle banche straniere attive negli Usa, tra cui figurano Societè Generale, Deutsche Bank e Unicredit. Secondo il Wall Street Journal nelle ultime settimane si sarebbero svolti numerosi incontri tra i vertici dell’istituzione guidata da Ben Bernanke e quelli delle principali banche europee e delle autorità nazionali di vigilanza.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis