ultime notizie:

Il mercato dell’auto ancora in picchiata a febbraio

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler

Nessun segnale di ripresa, il mercato italiano dell’auto è sempre più in difficoltà. Sulle immatricolazioni di febbraio hanno inciso anche le abbondanti nevicate e le basse temperature che per diversi giorni si sono accanite su numerose regioni della Penisola ostacolando il movimento delle bisarche. I dati diffusi ieri del Ministero evidenziano un pesante meno 18,94% nell’ultimo mese, che porta il cumulato del bimestre a meno 17,78%. A febbraio sono state consegnate appena 130.661 nuove vetture rispetto alle 161.194 dello stesso mese dello scorso anno che fu un risultato già deludente visto che per un lungo periodo in questo mese le immatricolazioni hanno superato quota 200 mila. «Siamo tornati sui valori dei primi anni Ottanta», ha commentato Guido Rossignoli, il direttore generale dell’Anfia. L’Unrae, l’associazione dei costruttori esteri che oggi ha in programma un incontro con la stampa, ha invece divulgato un secco «no comment», evidenziando però che per scendere a livelli tanto bassi bisogna risalire al febbraio del 1984 quando furono consegnate 115.502 vetture nuove. «Non vi sono al momento elementi che inducano a ritenere che nel breve-medio termine il quadro possa migliorare», ha spiegato il Centro Studi Promotor. L’allarme più forte arriva dalla Federauto, l’associazione delle concessionarie: «Negli ultimi giorni del mese c’è stata una valanga di chilometri zero, solo così si è passati dal meno 35,3% che avevamo anticipato noi al meno 18,9%. Con questo passo l’anno si chiuderà ad un milione e mezzo, 500 mila vetture in meno della media degli ultimi 4 anni».

La Federauto aggiunge che il nostro mercato perde oltre 2,5 volte rispetto alla media europea e che questo costerà allo Stato nel 2012 mancati introiti per 2,5 miliardi. Il mercato dei privati ha perso circa un quarto, mentre le vendite di auto di lusso si sono quasi dimezzate. Il gruppo Fiat è sceso del 20,23%, lasciando sul tappeto lo 0,4% di quota di mercato. Bene la Panda che è l’auto più venduta davanti a Punto e Ypsilon e che ha già ottenuto 25 mila ordini del nuovo modello. Fra i grandi, Volkswagen è il marchio che è andato meglio, mantenendo i volumi e migliorando sensibilmente la quota che consente alla casa tedesca di diventare il primo brand estero nel mese. La Polo è diventata l’auto estera più venduta, la Ford Focus ha conquistato la leadership nelle classifica delle auto diesel (rappresentano ormai il 55% del totale). Eccellenti le performance di Chrysler in Nord America: la crescita continua ad essere impressionante e, soprattutto, è molto superiore a quella dei rivali. Dopo il più 44% a gennaio, a febbraio l’alleata di Fiat è cresciuta negli Usa del 40% (Ford del 14%, GM appena dell’1%), in Canada del 14%. © Giorgio Ursicino

Lascia un commento alla notizia


guido rossignoli

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis