ultime notizie:

Ici-Chiesa, si ritorna alle norme varate da Prodi

Mario Monti e Papa Benedetto XVI

Mario Monti e Papa Benedetto XVI

Poco meno di mezz’ora con Benedetto XVI e quarantacinque minuti con Tarcisio Bertone, il segretario di Stato. Dalla mattinata in Vaticano, accompagnato dalla moglie Elsa, dal suo braccio destro Antonio Catricalà, dai ministri Giulio Terzi e Enzo Moavero e dai consiglieri Federico Toniato e Pasquale Terracciano, Mario Monti è uscito rinfrancato: «Ho ricevuto dal Pontefice un pieno sostegno, direi inaspettato e di certo non richiesto», ha confidato il premier una volta rientrato a palazzo Chigi, tenendo a sottolineare l’approccio laico della visita. «Perché il professore non nasconde certamente la sua fede cattolica, anzi ne è orgoglioso. Ma non la ostenta e non la strumentalizza a fini politici», dice un suo stretto collaboratore che rimanda alle immagini di Monti che stringe la mano al Pontefice, ma non bacia l’anello e né si inginocchia. Nel doppio colloquio è stato fatto solo qualche accenno alle questioni aperte tra la Santa Sede e lo Stato italiano. L’aiuto alle famiglie unite dal vincolo di matrimonio, la difesa della vita, il sostegno alla scuola cattolica, l’Ici per gli immobili ecclesiastici. Tema, quest’ultimo, su cui Monti e Bertone hanno deciso per un rinvio: se ne riparlerà al 16 febbraio quando, in occasione dell’anniversario dei Patti lateranensi, alla discussione potrà unirsi il presidente dei vescovi italiani Angelo Bagnasco. Ma nel breve passaggio il premier, secondo fonti vaticane, avrebbe fatto accenno all’accordo stretto nei giorni scorsi con il presidente della Cei.

L’impegno dei vescovi a tornare alla formula introdotta dal governo Prodi: le strutture religiose dove si svolgono attività commerciali dovranno pagare l’Ici anche se al loro interno è presente una Chiesa o una cappella. Il problema, avrebbe osservato il capo del governo, è che a questa formula dovranno adeguarsi anche gli ordini religiosi che non dipendono dalla Cei, ma direttamente dal Vaticano. Da qui una cortese e garbata sollecitazione affinché il cardinal Bertone apra il dossier e spinga gli istituti a conformarsi alla vecchia formulazione resa meno incisiva dal governo Berlusconi, che aveva esteso l’esenzione dall’Ici a tutte le strutture con chiesa annessa. Durante il colloquio con Ratzinger nella biblioteca privata, fonti vicine a Monti riferiscono di «un incontro di sostanza». Con il «Papa particolarmente attento», «pronto a fare domande» sulla crisi economica e sugli incontri del premier con Angela Merkel e Nicolas Sarkozy, e con «una grande sintonia di caratteri, visto che entrambi sono stati professori. Perfino la mimica, la gestualità, si è rivelata simile». Il tema centrale del colloquio è stata «la grave crisi economica, la coesione sociale e i rischi della zona euro». Il Pontefice e il premier, poi, hanno approfondito «la questione legata alle difficoltà dei giovani a trovare lavoro e a costituire una famiglia». «Stiamo facendo il possibile per dare un futuro alle nuove generazioni, è proprio questa la missione del mio governo», ha detto Monti. © a. gen.

Lascia un commento alla notizia


federico toniato, papa benedetto

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis