ultime notizie:

Fiat esce da Confindustria, il titolo crolla in borsa

Sergio Marchionne

Sergio Marchionne

Marchionne scrive a Marcegaglia, la Fiat esce da Confindustria. L’amministratore delegato di Fiat e presidente di Fiat Industrial ha ufficializzato una decisione annunciata da tempo accompagnandola con un serie di importanti annunci proprio nel giorno in cui vengono divulgati i dati di vendita di settembre che vedono il Lingotto penalizzato dalla pesante crisi del mercato italiano e la Chrysler in grande spolvero in Nord America. Si consuma quindi uno strappo storico che, dal prossimo primo gennaio, vedrà fuori dall’associazione degli industriali italiani la più grande azienda privata: rappresenta quasi l’1% dei dipendenti di Confindustria alla quale ogni anno forniva un contributo di circa cinque milioni di euro. La risposta dei mercati lascia qualche dubbio, il titolo va sotto a Piazza Affari e perde oltre il 3%. Ma Marchionne conferma di volere andare avanti per la sua strada e, come spiega nella lettera indirizzata al presidente degli industriali venerdì scorso, vuole gestire gli stabilimenti del Lingotto nella Penisola con la maggiore autonomia possibile, siglando accordi diretti con i dipendenti delle proprie fabbriche. Anche gli altri impianti del gruppo torinese nel nostro paese saranno governati da contratti sul tipo di quelli firmati prima a Pomigliano, poi a Mirafiori e a Grugliasco.

«Cara Emma – ha scritto Marchionne venerdì scorso in due distinte ma identiche lettere come Ad di Fiat e presidente di Industrial – dopo anni di immobilismo negli ultimi tempi sono state prese in Italia due decisioni importanti con l’obiettivo di creare le condizioni per il rilancio del sistema economico. Parlo dell’accordo interconfederale del 28 giugno promosso proprio da Confindustria e dell’approvazione da parte del Parlamento dell’articolo 8 che prevede strumenti di flessibilità. Abbiamo subito espresso la nostra soddisfazione per questi avvenimenti, il nuovo quadro di riferimento avrebbe permesso alle aziende italiane di poter affrontare la competizione internazionale in condizioni meno sfavorevoli rispetto a quelle dei concorrenti». Ma, osserva il manager, l’accordo interconfederale del 21 settembre «ha riaperto un dibattito, rimesso le cose in discussione, con addirittura dichiarazioni di volontà di evitare l’applicazione degli accordi nella prassi quotidiana, ridimensionando le aspettative sull’efficacia dell’Articolo 8.

Per queste ragioni, che non sono politiche e che non hanno nessun collegamento sui nostri futuri piani di investimento, ti confermo quanto preannunciato il 30 giugno: dal primo gennaio saremo fuori da Confindustria». Un addio ufficiale, ha puntualizzato più tardi Marchionne, «non ci saranno ripensamenti, niente entrate e uscite. Per noi Confindustria politica ha zero interesse, c’è sempre qualcuno che cerca di trovare significati politici a quello che facciamo, ma noi siamo lontanissimi da tutto questo». Per rafforzare l’orgoglio industriale, il manager del Lingotto ufficializza due decisioni attese da tempo. Da una parte spazza via i dubbi su Mirafiori che negli ultimi tempi avevano visto in bilico la produzione dei tecnologici Suv con marchio Jeep. Dall’altra annuncia che l’Alfa Romeo per il suo piano di rilancio realizzerà una nuova famiglia di motori che verranno prodotti a Pratola Serra.

L’installazione delle nuove linee in Piemonte partirà il prossimo anno, mentre la prima Jeep uscirà dall’impianto nella seconda metà del 2013. A Mirafiori viene anche confermata la produzione attuale e futura dall’Alfa MiTo. L’annuncio arriva poco prima che i dati delle immatricolazioni confermino la crisi del mercato auto in Italia. A settembre registrata una flessione del 5,7% mentre per la Fiat il calo è inferiore (-3,04%) e ciò le consente di tornare a sfiorare la quota mercato del 30%. Molto meglio vanno le cose per Chrysler: il settembre degli americani sul piano delle vendite è stato d’oro. © Giorgio Ursicino

Lascia un commento alla notizia


ultime notizie grugliasco, notizie grugliasco

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis