ultime notizie:

Enel si separa da Terna e vende il 5,094%

Enel

Enel

L’Enel divorzia da Terna. Il gruppo di Fulvio Conti ha deciso ieri di dare il via alla cessione della sua partecipazione del 5,094% «attraverso un bookbuilding accelerato rivolto a investitori istituzionali italiani ed esteri», come ha spiegato in una nota: il meccanismo consiste nella determinazione del prezzo e la vendita delle azioni a investitori istituzionali attraverso una raccolta da parte dei consulenti bancari delle combinazioni tra prezzi e offerte e la successiva scelta, assieme con l’emittente, del prezzo finale tenendo conto degli ordini ricevuti. Ai prezzi di mercato, gli oltre 100 milioni di azioni Terna (che ieri ha chiuso a 2,792 euro) ancora in pancia ad Enel varrebbero poco meno di 285 milioni di euro, anche se voci di mercato parlano di valori leggermente inferiori, con una forbice di collocamento orientativamente compresa fra i 2,65 ed i 2,75 euro, per un incasso che dovrebbe comunque essere superiore ai 270 milioni. Il gruppo Enel ha attualmente in carico nel bilancio consolidato la partecipazione di Terna ad un valore di 96 milioni di euro. Una cifra, come già annunciato quando la cessione di Terna, tuttora controllata dallo Stato attraverso Cdp sempre con il 29,99%, era stata inquadrata fra le minor disposal in cantiere, che andrebbe a ridurre il debito, salito in modo deciso dopo la sontuosa campagna acquisti che ha portato in bilancio Enel il gruppo iberico Endesa e tutti gli asset da questa controllati, soprattutto in Sud America. A fine 2011 l’indebitamento era pari a 44,6 miliardi di euro, in calo di circa 0,3 miliardi di euro rispetto all’anno precedente. La definitiva separazione arriva dopo circa 13 anni di distanza da quel decreto Bersani che, in seno all’allora monopolista, costituì la società destinata a gestire la trasmissione dell’energia elettrica nel Paese. Terna sbarcò poi in Borsa nel giugno del 2004 con un’ipo con cui collocò il 50% del proprio capitale. Enel cedette quindi una quota di minoranza al mercato e poi una quota di controllo (pari al 29,99%) nel 2005 a Cassa Depositi e Prestiti, fino a rimanere con la quota attuale.

Lascia un commento alla notizia


enel

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis