ultime notizie:

Emergenza gas, si rischia -1% di Pil

Paolo Scaroni

Paolo Scaroni

Quanto ci costerà l’emergenza gas? E’ presto per tracciare bilanci, ma se ci si basa sulla precedente crisi, quella dell’inverno 2005-2006, si può dire che allora pagammo 106 milioni di euro in più per rimettere in produzione le centrali ad olio combustibile, più vecchie e costose, e risparmiare gas. Il conto lo fece l’Autorità per l’Energia a cui compete di calcolare i maggiori costi per i produttori per poi ripartirli sull’intera platea dei clienti attraverso l’addebito sulle bollette. Inutile illudersi che la crisi attuale possa essere superata a costo zero, dunque. In quell’occasione i maggiori costi furono riconosciuti all’Enel (66 milioni), poi a Edipower (23 milioni), E.On Italia (13 milioni) e Tirreno Power (4 milioni). L’impatto maggiore della crisi si avrà dunque sul prezzo dell’elettricità. Un anticipo si è già visto la scorsa settimana quanto il prezzo del megawattora è già aumentato del 4,2% (da 88 a 92 euro) e del 12,1% la settimana prima (fonte Upl). Sia perché l’uso dell’olio combustibile è più costoso (oltre che più inquinante), sia perché l’aumento del prezzo del gas sui mercati internazionali impatterà su quelle centrali (la maggioranza), che continuano a bruciare metano per produrre energia elettrica. L’Italia, infatti, dipende per il 60% dal prezioso oro blu per produrre i suoi chilowattora. «Non ci sarà un aggravio delle bollette del gas e se ci sarà lo sosterremo noi», ha garantito l’amministratore delegato dell’Eni Paolo Scaroni. Ma non tutto il gas che entra in Italia è importato dall’Eni (ci sono anche Edison, Enel ed altri). E comunque l’impatto si avrà sull’elettricità. Sarà dunque l’Authority a tirare i conti finali. «Il mercato spot ha dichiarato il vice presidente di Gazprom, Alexander Medvedev dimostra che non ci sono abbastanza volumi di gas da vendere. Oggi i prezzi spot sono superiori a quelli praticati nei nostri contratti take or pay». Se le interruzioni annunciate alle industrie si protrarranno oltre 3 giorni, l’impatto sulle aziende potrebbe portare ad una riduzione di Pil dell’1%. Una cifra equivalente a circa 15,6 miliardi di euro, sembra però difficile da attribuire solamente ai distacchi. © B.C.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis