ultime notizie:

Crisi in Spagna, scende in campo il Fmi

Luis de Guindos

Luis de Guindos

La situazione della Spagna fa sempre più paura. E mentre restano le voci su un possibile intervento del Fondo monetario internazionale, la Germania potrebbe essere spinta ad un atteggiamento più flessibile sugli impegni di bilancio di Madrid. La versione uscita dall’incontro di giovedì sera tra Christine Lagarde, direttore del Fondo, e la vicepremier spagnola Soraya de Santamaria è che Madrid non ha chiesto alcun aiuto e Washington non sta valutando nessun piano di assistenza finanziaria. Lunedì però gli ispettori del Fmi arriveranno in Spagna per le ordinarie consultazioni Article IV. Secondo la televisione Cnbc il Fmi avrebbe iniziato a lavorare a un possibile piano di salvataggio che potrebbe raggiungere i 300 miliardi di euro. I vertici di alcune banche spagnole si dicono convinti che l’aiuto esterno sarà inevitabile. Sul fronte europeo ieri un portavoce del ministero delle Finanze tedesco ha detto che Berlino riconosce che «a causa degli sviluppi economici negativi sarà difficile per la Spagna conseguire il suo obiettivo» di deficit al 3% del Pil nel 2013. Significa che verrà concessa una dilazione agli spagnoli? La risposta del portavoce, Johannes Blankenheim, è «credo sia quello che ho detto».

I maggiori timori vengono dalle banche, in particolare le casse di risparmio sull’orlo del baratro. I correntisti hanno drenato qualcosa come 100 miliardi di depositi nei primi tre mesi dell’anno. Dopo le critiche (e lo sprone a fare in fretta) sulla gestione del caso Bankia ricevute ieri dal presidente della Bce Mario Draghi, Madrid fa sapere di aver tempo fino a ottobre per trovare i 19 miliardi per ricapitalizzare la banca.

La stessa vicepremier ha detto di aver appena discusso, con il segretario del tesoro Usa Tim Geithner, l’ipotesi di un’assistenza internazionale per le banche spagnole, che Madrid vorrebbe senza condizionalità. Una mossa che non deve essere affatto piaciuta alla Bce e a Bruxelles, con l’impressione di un braccio di ferro che sta contribuendo non poco all’incertezza e alle frustate de mercati.

Il Fmi – ha però affermato il ministro delle Finanze spagnolo, Luis de Guindos – presenterà il proprio rapporto sulle banche iberiche l’11 giugno, e il rapporto metterà in evidenza che il 70% del settore bancario spagnolo è in salute. «Gli istituti del Paese – ammette de Guindos – hanno problemi nel finanziarsi: la Spagna è in una situazione difficile, in Spagna e in Italia si gioca il futuro dell’euro».

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis