ultime notizie:

Case in affitto a Milano, da 75 a 150 euro a notte

Case in affitto

Case in affitto

Un vero e proprio affare. Mordi e fuggi. O meglio, dormi e riparti. E così a Milano impazza il fenomeno degli appartamenti in affitto giornaliero. Un bel business grazie al quale gli affitti restano molto alti. Si tratta perlopiù di alloggi di pregio, nelle zone centrali della città, arredate con buon gusto e qualità. Insomma, nulla a che vedere con ostelli o soluzioni di ripiego. Al contrario, chi cerca l’appartamento in alternativa alla stanza di hotel o alla sistemazione in residence vuole qualcosa di altissimo livello. Una manna per le tasche dei proprietari di casa, che negli ultimi mesi hanno visto aumentate le rendite. Qualche esempio? A Milano un trilocale può valere anche 150 euro a notte. Ma si parla anche di bilocali o monolocali con prezzi che si attestano mediamente intorno ai 75-80 euro. La formula aveva preso piede nelle città turistiche come Roma, Venezia e Firenze. Col tempo, però, il turismo legato agli affari ha trainato la tendenza anche nel capoluogo lombardo, dove ci sono agenzie specializzate che gestiscono pacchetti di 40-50 appartamenti. Insomma, un fenomeno da tenere monitorato, non fosse altro perché a Parigi questa tipologia di affitto copre già il 5% delle locazioni. A Milano i proprietari di immobili si avvalgono soprattutto di portali come Homelidays, Booking, Bed-and-breakfast o Venere, dove è possibile godere di un ritorno doppio rispetto ai locatori tradizionali. E sono soprattutto le fiere come il Salone del Mobile a far impennare gli affari. Chi offre i propri alloggi trova una domanda in netta crescita, anche all’ultimo minuto. E i portali che propongono lo scambio di casa registrano un boom di clic.

D’altronde, il fenomeno della ricerca di sistemazioni attraverso il web on è nuovo. La crisi, secondo Homelidays, ha favorito l’ottimizzazione dei costi. E l’affitto di case, anche per le vacanze, si colloca come la soluzione ideale per trascorrere un soggiorno fuori porta, sia in Italia, sia all’estero. Questa tipologia di sistemazione propone generalmente tariffe più vantaggiose rispetto agli hotel, con un risparmio che si aggira attorno al 50%. Nel 2011 il portale americano ha registrato oltre un milione e 600 mila richieste per la Francia, un milione per l’Italia, 900mila per la Spagna, oltre 200mila per il Portogallo. Occhio, però, alle fregature. Ecco qualche buon consiglio, sempre valido: contattare almeno una volta il proprietario per telefono prima di impegnarsi in via definitiva, richiedere precisazioni sulle dotazioni, preferire affitti che richiedono solo il 25% di acconto, pagare preferibilmente tramite bonifico bancario, chiedere sempre il nome e il numero di telefono della persona da contattare in caso di problemi durante il soggiorno. Intanto come in tutti i settori si cerca di capire quanto sia il «nero» offerto ai turisti. © Paolo Molina

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis