ultime notizie:

Bollo auto, con la crisi esplode l’evasione

Bollo auto

Bollo auto

Tra le imposte più odiate dagli italiani, il bollo auto è probabilmente la prima delle imposte rimandabili per sopravvivere in tempi di crisi. Un fenomeno che non si può ancora quantificare esattamente ma che, secondo gli esperti dell’Automobil club, raggiunge oggi una percentuale di circa il 12/13 per cento degli automobilisti. Mentre solo tre-quattro anni fa si attestava al 7/8 per cento. E’ quasi raddoppiato. «Naturalmente la situazione varia da Regione a Regione – spiega Salvatore Moretto, il dirigente dell’ufficio servizi tributari dell’Aci – ma coincide temporalmente e si aggrava di pari passo con l’aggravarsi della crisi economica, non c’è dubbio». Chi si limita a rimandare il pagamento solitamente lo fa nella speranza di pagare comunque prima dell’arrivo dell’esattore o, peggio, delle sanzioni più gravi. E’ una categoria variegata: comprende chi rimanda di pochi giorni soltanto, magari in attesa del prossimo stipendio; quanto chi è costretto a rimandare di qualche mese, restando tuttavia nell’ambito del primo anno di ritardo. A preoccupare di più il fisco è invece l’altra categoria, quella degli evasori strutturali: quelli che non pagano mai, cioè circa il 15 per cento. Che lo facciano per scelta o per necessità, al fisco poco interessa. © S.Sofi

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis