Befera, limitare l’uso delle banconote da 500

Attilio Befera

Attilio Befera

«La Gran Bretagna ha limitato l’uso delle banconote da 500 euro, accettandolo solo per determinate operazioni e pagamenti: forse anche noi potremmo fare qualcosa in questo senso». Lo ha detto il direttore dell’Agenzia delle Entrante, Attilio Befera ribadendo che l’uso del denaro contante resta uno dei principali problemi per il contrasto all’evasione fiscale. «La base dei 300 miliardi di economia sommersa – ha aggiunto – è sempre il contante: finche non riusciamo a limitarne l’uso, continueremo ad avere questo sommerso». Ovviamente la banconota da cinquecento è lo strumento più efficace per gestire grandi quantità di denaro contante. Ma Befera, nel corso di un convegno organizzato dalla Fondazione Icsa con la Guardia di Finanza sul tema della lotta all’esportazione di capitali, ha affrontato il tema in un quadro più ampio, lanciando anche l’allarme sul fatto che di fronte ad una «evoluzione rapidissima» dei sistemi per esportare illegalmente capitali all’estero, l’Italia «ha una legislazione ferma agli anni Ottanta». Passi avanti, ha sottolineato il numero uno dell’Agenzia delle Entrate, sono stati fatti con il decreto Salva Italia, che però «è solo una parte» di quel che serve. Befera ha indicato come «indispensabile» la trasparenza contabile e dei flussi finanziari, così come a suo avviso è necessario «indagare sul contenuto e sulle finalità dei trust internazionali» e «intervenire sulla compensazione dei capitali».

C’è poi il problema dei reati fiscali che vanno in prescrizione, sollevato anche dal procuratore aggiunto di Milano Francesco Greco. «Non si può contrastare la criminalità economica – ha detto quest’ultimo – se la maggior parte dei reati che riguarda questo settore si prescrive dopo 7 anni e mezzo. Anche perché si tratta di reati che, di media, si scoprono dopo quattro, cinque anni dalla commissione e dunque ogni indagine rischia di finire nel nulla». «I reati fiscali – ha confermato Befera – vanno sostanzialmente in prescrizione e questo perché vengono rilevati al massimo in sede di dichiarazione. Significa nella migliore delle ipotesi due anni dopo che sono stati commessi». Dunque, è la conclusione di entrambi «va rivista» la normativa sui reati fiscali. «È completamente superata dai fatti» ha sintetizzato Greco. «Il problema dell’evasione fiscale è pesantissimo – ha concluso il direttore delle Entrate – produce distorsione della concorrenza e reinvestimento dei capitali illeciti, se poi a questo si aggiunge la fuoriuscita di denaro verso l’estero, si hanno effetti pazzeschi sulla nostra economia».

Lascia un commento alla notizia

http://alicefilm.com/ - http://alittleboysblog.net/ - http://brasssolutions.com/ - http://brunodunker.com/ - http://aoload.com/ - http://benidilusso.com/

attilio befera, ultime notizie sul decreto salva italia, attilio befera indagato, 500 € dichiarare provenienza, uso delle cinquecento euro