ultime notizie:

Mick Jagger a 68 anni scala le hit parade

Mick Jagger

Mick Jagger

A vedere i 56 anni di Michael Platini e i 68 di Mick Jagger verrebbe voglia di barattare l’ora di educazione fisica scolastica con una session di rock’n’roll. Michael è un signore da salotto, al massimo si alza per una cena Uefa (la federazione europea del calcio) o per accarezzare una delle mille coppe vinte da giocatore. Mick salta, balla, compone, stimola registi, corre sul palco e lascia correre la vita cercando ancora un domani che sembrava già scritto nel 1965, quando urlava che non poteva avere soddisfazione e scuoteva il bacino esaltando la rivoluzione sessuale dei favolosi sessanta. Droga, sesso, scandali e prigione. «Lascereste uscire vostra figlia con un Rolling Stone?» si leggeva nei giornali dopo aver visto teatri messi a ferro e fuoco. Mick Jagger è stato il front-man del desiderio e del peccato. Anche se, va detto, il vero «no-no-no» degli Stones è sempre stato Keith Richards. Mick ha avuto il merito di reggere il bluff anche quando saliva su yaght miliardari del jet set, quando strizzava l’occhio alla musica disco e continuava a cantare Simpathy for the davil.

Ma è nelle contraddizioni che si alimentano le leggende. E così oggi, mentre Richards starà spolverando una delle sue colt per sparargli alla prima occasione (dirottare dalla strada degli Stones è da pena capitale per The Rif), Mick passa in televisione con il video di Miracle Worker, il primo singolo dei SuperHeavy, inciso con l’ex chitarrista degli Eurythmics Dave Stewart, il figlio di Bob Marley, Damian, Joss Stone e A.R. Rahman. Il completo fucsia è meno vistoso dei capelli castani da yuppie che scendono sbarazzini fra l’unica cosa davvero umana del suo primo piano: le rughe. Per quelle nemmeno il patto blues col demonio ha potuto nulla.

Ma forse sono proprio quelle rughe a incuriosire a spingere le nuove generazioni a guardare dentro quei segni per cercare il bluff che si nasconde dentro quest’uomo. Jagger ha monetizzato anche le rughe. Adam Levine, leader dei Maroon 5 canta con Christina Aguileira «Moves like Jagger», un inno all’eternità del rolling stone. E il singolo risulta il più venduto degli Usa e sale al secondo posto in Inghilterra come nella classifica degli Mp3 e in Italia è il più passato dalle radio. Ma non è tutto. Mick torna al cinema e si prepara a interpretare il ruolo di una iena dell’editoria, un tizio alla Murdoch. Per il ruolo della iena non avrà dovuto cercare chissà quale sarto, ce l’ha praticamente cucito addosso da quando girava per Londra con rarissimi dischi blues, con altri ragazzi che pensavano di essere amici, ma erano soltanto complici della iena. Per questo pochi gli vogliono bene e molti lo amano.

Lascia un commento alla notizia


mick jagger

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis