ultime notizie:

È morto Jim Marshall, amplificò il rock

Jim Marshall

Jim Marshall

Eric Clapton aveva 21 anni, non conosceva Jim Marshall e forse non sapeva che quella chitarra Gibson che aveva in pugno prendeva il suo nome, Les Paul, da un grande chitarrista. Era il 1966 e l’Inghilterra aveva già preso una bella rivincita sull’impero Fender esportando il sound dei Beatles attraverso amplificatori Vox. Clapton, suonando con la band di John Mayall nel celebre album Bluesbreakers, chiamato anche Beano perché il chitarrista nella foto di copertina legge il giornalino, regalò al rock-blues un’altra leggenda. Il suono della Les Paul prodotto dall’amplificatore 40 watt Marshall influenzò la maggior parte dei chitarristi: grasso, distorto ma mai impastato. E fece scuola. Al punto che quel modello in seguito fu ribattezzato Bluesbreaker, in onore dell’album al quale dovette la notorietà. In quegli anni gli ampli Marshall furono il distintivo dei grandi raduni rock. Da Jimi Hendrix ai Led Zeppelin, ai Deep Purple, chiunque avesse voglia di presentarsi davanti a un grande pubblico si ci rcondava con montagne di casse Marshall. I concerti non godevano delle soluzioni moderne e il suono distorto nasceva dalla saturazione dell’amplificatore. Per questo la produzione di Jim Marshall sembrava irraggiungibile. Marshall è morto ieri. Aveva 88 anni. Dal suo negozio di musica londinese, ad Hanwell, nel ’62 produsse i primi amplificatori. A settembre a Wembley ci sarà la festa del cinquantenario, con un velo di nostalgia in più.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis