ultime notizie:

Cime tempestose, il protagonista è nero

James Howson

James Howson

Un gruppo di migranti africani trova rifugio in una chiesa che sta per essere dismessa, regalando senza volere nuove domande e una nuova missione al vecchio parroco disperato. È «Il villaggio di cartone» di Ermanno Olmi, apologo tutto simbolico sulle ferite e le urgenze dell’Italia di oggi, scritto in collaborazione con Claudio Magris e monsignor Gianfranco Ravasi. Un africano appena giunto in Italia si trova a scegliere se fare la vita onesta ma durissima del bracciante, sfruttato come un animale, o invece dare una mano allo zio spacciatore. È «Là-bas», cioè «Laggiù», l’espressione usata dagli africani in partenza per l’Europa, coraggioso debutto del talentuoso cortista napoletano Guido Lombardi (Settimana della Critica). Che fa un film tutto cronaca e dettagli, culminante nella strage di Castelvolturno, 6 giovani africani uccisi dai camorristi il 18 settembre 2008. Il problema del diverso non è un’esclusiva del nostro tempo, come si vede nell’ennesimo «Wuthering Heights» («Cime tempestose») portato sullo schermo dalla regista inglese Andrea Arnold. Che fa dello zingaro Heathcliff addirittura un ragazzo di colore (James Howson), aggiungendo un sottotesto molto moderno all’amore impossibile e furibondo fra il trovatello e la figlia di agricoltori dello Yorkshire (Kaya Scodelario). Ma si ingolfa in una serie così programmatica di vecchi estetismi ridipinti di nuovo, da rendere il tutto enfatico, paradossalmente accademico e a tratti risibile. Ridateci la regista di «Red Road», nervosa e impudica, anche senza cani, cavalli e tempeste.

Lascia un commento alla notizia


ravasi news, ravasi news intopic

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis