ultime notizie:

Cibus 2012, l’agro-alimentare in mostra a Parma

Cibus Parma 2012

Cibus Parma 2012

L’hanno già battezzata «foodland», o la «valle del cibo». Parma si appresta a riconfermare la sua fama di città golosa, ospitando dal 7 al 10 maggio il XVI Salone dell’Alimentazione: è destinato agli operatori (ma studenti universitari e scolaresche in gruppo possono entrare), ma il «Fuori salone» trasformerà le vie cittadine in una kermesse con degustazioni di prodotti, eventi interattivi, attività ludiche e culturali, seminari sulla nutrizione. La manifestazione, anzi, è già in corso, su iniziativa di Marco Columbro, il popolare showman divenuto alfiere del mangiare sano, attraverso il concorso di ricette Saporbio: le migliori preparazioni saranno poi cucinate alla Fiera da Tessa Gelisio (info sul programma completo su www.cibus.it). «Parma dimostra con Cibus 2012 di essere centrale nella food valley italiana dell’agroalimentare – spiega il presidente di Fiere di Parma, Franco Boni – il nostro obiettivo principale, considerati i consumi in calo all’interno del nostro Paese, rimane la conquista di nuovi mercati esteri attraverso l’offerta di 2300 aziende espositrici». Non solo Germania, Stati Uniti e Giappone – dove già il made in Italy va forte – ma anche i Paesi Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica): già ora 300 milioni di indiani benestanti consumano pasta, olio e formaggi tipici delle nostre regioni; in Brasile proliferano i ristoranti italiani; russi e cinesi hanno scoperto il Parmigiano Reggiano e i vini toscani o piemontesi.

Aggiunge Filippo Ferrua, presidente di Federalimentare, l’associazione di Confindustria che raggruppa le imprese del food in Italia: «Rappresentiamo un fatturato di 130 miliardi di euro, pari all’8,1% del Pil, con 410 mila lavoratori e forse meritiamo più attenzione anche dal governo, invece di aumenti dell’Iva e tasse che deprimono i consumi. Ora speriamo nell’estero per un rilancio». Per la verità c’è un elemento di ottimismo: gli unici consumi italiani che crescono, negli ultimi due anni, sono quelli dei prodotti biologici e le vendite nei supermercati sono aumentate dell’11,5%, mentre nei negozi specializzati hanno un segno più tra il 10 e il 15 per cento. L’Italia è il Paese europeo con il maggior numero di produttori bio, l’ottavo al mondo per superficie coltivata.

Anche Cibus ha deciso di puntare sul naturale: nei padiglioni della Fiera ci saranno 350 aziende italiane produttrici, mentre l’area Saporbio sarà dedicata alla divulgazione degli stili di vita eco-sostenibili. Nella stessa direzione va il Forum Pianeta Nutrizione. Spiega il coordinatore scientifico, prof. Sergio Bernasconi: «È indispensabile coniugare la buona tavola con un’alimentazione salutare: i corretti stili di vita possono evitare le malattie». D’altra parte oggi le informazioni nutrizionali sulle etichette offrono ai consumatori le indicazioni per trovare cibi di qualità anche al supermercato. © Gigi Padovani

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis