ultime notizie:

Uccide l’ex fidanzata con sette colpi, poi si suicida

I carabinieri sul luogo dell'omicidio-suicidio

I carabinieri sul luogo dell'omicidio-suicidio

Non aveva il porto d’armi, ma una pistola sì: prima ha fatto fuoco sulla sua ex ragazza, poi si è portato l’arma alla tempia e si è suicidato. È questa la dinamica della tragedia che ieri ha sconvolto gli abitanti del quartiere di Cascina Bolagnos, a Desio, cittadina brianzola poco lontana da Monza. Le vittime sono Giovanni Avogadro e Valeria Mariani che, fino a poco più di un mese fa, avevano avuto una relazione durata circa due anni. Ieri mattina, intorno alle otto, l’uomo ha atteso la ragazza sotto casa, tra via Kolbe e via Monviso, prima che questa arrivasse alla sua auto per andare al lavoro. L’ha fermata e, forse dopo una breve conversazione, ha esploso sette colpi di pistola a bruciapelo contro di lei, raggiungendola all’addome. Poi, con un altro colpo, si è tolto la vita. In una zona fatta di palazzine di pochi piani, gli spari hanno rotto la quiete di una mattina lavorativa. Il primo a lanciare l’allarme è stato un vicino di casa della giovane che, sceso in strada, ha visto i due corpi a terra e ha chiamato i soccorsi. Una volta giunti sul posto, i sanitari hanno tentato di rianimarla, ma Valeria Mariani è morta poco dopo, mentre per Avogadro non c’è stato nulla da fare. La ragazza, che non aveva ancora compiuto 28 anni, viveva con i genitori Germano e Anna ed era un’impiegata della filiale di Banca Intesa San Paolo nella vicina Seregno, dove si sarebbe dovuta presentare anche ieri.

I colleghi la ricordano come una lavoratrice puntuale e una persona allegra e sportiva. Andava in palestra e amava la montagna e fino a qualche anno fa era impegnata nella sua parrocchia come catechista. Giovanni Avogadro, invece, avrebbe fatto 31 anni a ottobre e aveva una grande passione per le motociclette. Abitava a Ramponio Verna, un paese vicino al lago di Lugano, in provincia di Como, distante da Desio una sessantina di chilometri circa. Ma molto vicino anche al confine, e infatti Giovanni lavorava come idraulico in Svizzera dove, ipotizzano gli inquirenti, potrebbe essere venuto in possesso della pistola calibro nove con la quale ha sparato.

Si tratta di un’arma tecnicamente detta «clandestina», cioè non presente nel catalogo nazionale italiano delle armi e quindi proveniente dall’estero. Chiarita la dinamica della tragedia, è proprio su questo punto che si stanno concentrando le indagini dei Carabinieri della compagnia di Desio, guidati dal capitano Cataldo Pantaleo. Si cerca di capire se Avogadro, privo anche del porto d’armi, sia stato aiutato da un complice nel reperire la pistola, mentre sembra appurato che non vi fossero stati segnali che avrebbero potuto far pensare all’epilogo di ieri mattina. Sembra, infatti, che i due ragazzi si fossero lasciati in buoni rapporti e avessero continuato a sentirsi anche dopo la fine della loro relazione.

Lascia un commento alla notizia


ultima ora seregno, seregno news ultima ora, cronaca seregno suicidio, ultim\ora seregno, giornale di desio ultime notizie, news desio, cronaca seregno ultima ora, ultime notizie desio, ultime notizie di cronaca a seregno, cronaca desio ultime notizie

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis