ultime notizie:

Tragedia Sant’Antioco, il bimbo è morto soffocato

Mirko Mocci

Mirko Mocci

«Lo ha fatto per fare uno sfregio alla madre. È una cosa terribile. Non trovo giusto che abbia toccato mio figlio. Se aveva qualcosa con la madre, perchè uccidere mio figlio? Ha fatto bene a uccidersi, se no l’avrei ammazzato io». Mauro Mocci, il padre di Mirko, il bambino di due anni morto a Sant’Antioco nel Sulcis, ne era certo ancor prima dei risultati dell’autopsia. Il suo piccolo, trovato morto sul divano letto di casa dove la sua ex compagna viveva con un altro uomo, ha detto Mocci, era stato ucciso; il cadaverino non aveva segni di violenza, ma lui ne era certo. Ed era stato quel nuovo compagno, Igor Garau, scultore e disoccupato, ad ucciderlo soffocandolo, aveva aggiunto. Fuori di sè, per il padre di Mirko, Garau avrebbe aggredito anche la giovane madre, per poi correre ad impiccarsi ad un albero di fico come Giuda. «Daniela – Mocci – voleva lasciarlo e Igor non ci stava, ha soffocato mio figlio col cuscino e poi l’ha presa a martellate». Su un fatto, di sicuro, aveva ragione. L’autopsia, nonostante il risultato sia stato secretato, direbbe chiaramente che il piccolino è morto per soffocamento, con un cuscino molto probabilmente. Il commento del padre, intervistato alla tv, è stato: «Ha fatto bene a suicidarsi, altrimenti l’avrei ammazzato io».

La tragedia del piccolo Mirko probabilmente è scritta, almno in parte, nei ricordi di sua madre, attualmente ricoverata in osservazione in un reparto psichiatrico, per l’enormità dello shock subito. Ora, dopo i dubbi dela prima ora, un dato è certo: il piccolo Mirko è stato ucciso, soffocato. La conferma ufficiale è arrivata dal procuratore capo del tribunale di Cagliari, Mauro Mura, dopo l’esito dell’autopsia eseguita nel pomeriggio all’istituto di medicina legale del Policlinico di Monserrato. Per il medico legale, Roberto Demontis, l’ipotesi del soffocamento è emersa con chiarezza dagli esami eseguiti ieri pomeriggio sul corpicino del bimbo. L’autopsia è durata circa tre ore. Tuttavia, per avere la conferma, sono stati disposti ulteriori accertamenti istologici, in particolare sui tessuti dei polmoni.

Il quadro della tragedia familiare si sarebbe fatto ora più chiaro: il convivente della mamma di Mirko, Igor Garau, avrebbe prima soffocato il piccolo, probabilmente con un cuscino, aggredendo poi la sua compagna con un martello. Quindi la fuga disperata culminata con la decisione di farla finita: l’uomo verrà trovato poche ore dopo, impiccato ad un albero nelle campagne del paese. A scatenare la furia di Garau sarebbe stata la sua gelosia: la compagna avrebbe voluto lasciarlo, ma lui non voleva sentire ragioni. L’altra mattina, dopo una notte di litigi – confermati dai vicini – il tragico epilogo. Ma in questa storia, per gli inquirenti, tutte le tessere devono combaciare perfettamente, prima di dire la parola fine. © Maria Luce

Lascia un commento alla notizia


mirco mocci, mirko, santantioco ultime news

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis