ultime notizie:

Stop alla produzione dell’Ilva, prima il risanamento

Ilva

Ilva

C’è un pericolo per la salute «gravissimo ed attualissimo» che va rimosso immediatamente con tutte le misure prescritte per gli impianti sotto sequestro dell’area calda dell’acciaieria Ilva di Taranto. Quindi, «nessuna facoltà d’uso» degli impianti sequestrati fin dal 25 luglio scorso. In pratica non ripartiranno gli impianti dell’area calda dell’Ilva di Taranto sequestrati dalla magistratura e che debbono essere oggetto di interventi immediati per ridurre o eliminare l’inquinamento atmosferico ed ambientale. Tutto diventa più difficile, con un nuovo braccio di ferro tra l’azienda e la magistratura tarantina che, nel nuovo provvedimento, intreccia la normativa penale a quella della sicurezza sui luoghi di lavoro fino a ribadire, didascalicamente, anche gli obblighi e le funzioni sia dei vertici aziendali che dei custodi giudiziali nominati dallo stesso gip. Fino al punto da intimare all’azienda ed ai responsabili dell’azione di bonifica, una dettagliata relazione sui lavori in corso, da presentare in tribunale ogni sette giorni. Da ieri pomeriggio c’è una nuova ordinanza del gip di Taranto, Patrizia Todisco, la stessa che aveva firmato il sequestro dell’impianto a fine luglio scorso e che ora intende esplicitare il senso del provvedimento di sequestro soprattutto alla luce della recente sentenza del Riesame che, probabilmente, era stata interpretata anche come facoltà di utilizzare gli impianti nel corso degli adeguamenti tecnico-funzionali antinquinamento.

Lascia un commento alla notizia


ilvanews, ilva ultime

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis